Inter

Inzaghi: "Lazio la mia vita, ma volevo vincere. Testa alla Supercoppa contro la Juve"

Alessio Eremita
Simone Inzaghi
Simone Inzaghi / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

Simone Inzaghi ha commentato la vittoria ottenuta contro la Lazio, in occasione della 21a giornata del campionato di Serie A. Ecco le dichiarazioni rilasciate dal tecnico dell'Inter ai microfoni di DAZN.

RIENTRO DALLA SOSTA – "Volevamo rientrare con una vittoria anche se non era semplice. Loro hanno qualità e sanno stare bene in campo. Fisicamente sono stati sul pezzo ma poi la vittoria nostra è meritata, facendo un ottimo rientro. Mercoledì abbiamo una grandissima partita, una finale da giocare nel nostro stadio nel migliore dei modi".

GOL DEI DIFENSORI – "Ho la fortuna di avere giocatori importanti, D’Ambrosio ha segnato da braccetto, Dimarco anche. Dobbiamo continuare così perché non c’è tempo per fermare ad aspettare, le pretendenti abbiamo visto che vincono quindi dobbiamo continuare a vincere".

ORGOGLIO MAGGIORE – "Il mio orgoglio più grande è vedere la partecipazione di tutti. Vedere Vidal col Torino e Gagliardini oggi tra i migliori mi rende orgoglioso, perché vuol dire che tutti quanti sono sul pezzo anche se non giocano quanto gli altri".

Lautaro Martínez
Lautaro Martinez / Ciancaphoto Studio/GettyImages

LAUTARO PRESENTE IN SUPERCOPPA – "È sicuramente una grande notizia. Lui ha fatto un’ottima partita insieme a Sanchez. Avevo la necessità di rientrare nel migliore dei modi quindi è stato bravissimo anche lui".

SCUDETTO – "Pressione dagli altri? Il 20 ottobre eravamo a 7 punti e la sentivo molto meno. Ovvio che adesso anche gli altri ci danno come favoriti, ma merito dei ragazzi che ne hanno vinte otto di fila. È normale che con un percorso così gli altri dicano così, ma per noi deve essere uno stimolo".

SANCHEZ – "Sono arrivato qui e non lo ho avuto per un mese e mezzo. Quando si è sistemato è entrato in campo tutti gli allenamenti cercando di convincermi. Vuole sempre fare tutto al massimo e per noi è un grande vantaggio. Per fortuna ho 4 attaccanti tutti molto forti e sanno che ogni partita devo fare delle scelte. Lui in questo momento è però una grandissima risorsa".

ESULTANZA A FINE PARTITA – "Giocare contro la Lazio per me è difficile, sapete cosa rappresenta. È stata la mia vita, mi ha cresciuto e mi ha fatto diventare uomo. Non è una vittoria come le altre ma per il mio percorso e per tutto quello che mi sta dando l’Inter è una vittoria che volevo con tutte le forze".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit