Serie A

Ancelotti: "Napoli? Non c'era sintonia col club. Scudetto? C'è una grande favorita"

Antonio Parrotto
Carlo Ancelotti
Carlo Ancelotti / Aitor Alcalde Colomer/Getty Images
facebooktwitterreddit

L'ex allenatore di Napoli e Milan, ora guida tecnica del Real Madrid, Carlo Ancelotti ha parlato ai microfoni di Radio Rai, dicendo la sua sulla nostra Serie A. Il tecnico si gode il primato in classifica in Liga ma ha parlato soprattutto del campionato italiano e delle sue ex squadre italiane.

Napoli?
"Sono stati due anni professionali splendidi, ma so benissimo come funziona e credo sia finita nel modo giusto. Quando non c'è sintonia tra società ed allenatore è giusto separarsi, anche quest'anno il Napoli è competitivo. Se può vincere non lo so, ma può competere. Spalletti e De Laurentiis? Sono persone oneste e credo che ci possano essere discussioni, ma alla fine si va d'accordo. Io sono andato molto d'accordo con De Laurentiis e ho conosciuto una piazza splendida".

Carlo Ancelotti
Carlo Ancelotti / Soccrates Images/Getty Images

Favorita per lo Scudetto?
"L'Inter ha mantenuto la struttura dell'anno scorso, cambiando allenatore e alcuni protagonisti. Ha giocato molto bene contro di noi, penso possa competere per lo scudetto, vedo una Serie A molto equilibrata e la Juve ha qualche problema. È una squadra che ha perso delle certezze e fa fatica a trovare continuità, nel calcio succede. Sono sicuro che rimonterà e sarà tra le candidate a vincere alla fine". 

Brahim Diaz?
"A Madrid non ha avuto spazio per una questione di concorrenza - riporta calciomercato.com - è un giocatore importante per noi e siamo felici che stia facendo bene al Milan. Per la sua crescita era importante giocare, è andato al Milan non per caso, ma perché conosciamo la struttura della società e della squadra".


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

facebooktwitterreddit