Inter show a San Siro: i nerazzurri schiantano il Brescia e tengono il passo di Juve e Lazio

Ashley Young, Borja Valero, Lautaro Martinez, Nicolo Barella
Internazionale v Brescia - Italian Serie A | Soccrates Images/Getty Images

Dopo aver portato a casa i tre punti, con molta fatica, in casa del Parma, l'Inter deve continuare a vincere. Con Lazio e Juventus vittoriose nelle rispettive sfide di ieri, infatti, i nerazzurri non possono permettersi di sbagliare se vogliono tenere ancora accese le residue speranze per lo Scudetto. Senza dimenticare che l'Atalanta continua a mettere pressione dietro. Dall'altra parte, però, c'è un Brescia che ha ricominciato il campionato tenendo testa a Fiorentina, prima, e Genoa, poi.

TONALI CONTRO IL SUO FUTURO? - L'osservato speciale, stasera, è sicuramente Sandro Tonali. Il talentuosissimo centrocampista del Brescia, infatti, piace alle big di tutta Europa. Al momento, tuttavia, in pole position c'è proprio l'Inter che, sembra, aver imboccato la corsia preferenziale.

Alexis Sanchez, Sandro Tonali
FC Internazionale v Brescia Calcio - Serie A | Marco Luzzani/Getty Images

INTER SHOW - La prima occasione è del Brescia. La difesa dell'Inter, infatti, sbanda, facendo tornare alla mente Parma. Per fortuna dei nerazzurri, però, le Rondinelle non la sfruttano. Un'altra brutta prestazione, quindi? No. Dopo pochi minuti, infatti, Sanchez scappa sulla destra e mette un cross che Young trasforma in oro. Volèe bellissima che porta in vantaggio l'Inter. Il migliore in campo non è, però, nessuno dei due ex Manchester United, ma Moses. L'esterno nigeriano, rinvigorito dalla prestazione di Parma, è una scheggia sul fianco del Brescia. Corre, scappa, crossa. Proprio lui, infatti, si procura il rigore che, battuto da Sanchez, porta al 2-0 dell'Inter. Per larghi tratti torna a vedersi la squadra che aveva incantato, sempre nella prima frazione, contro la Sampdoria. Stavolta, però, i nerazzurri sono più cinici e, infatti, arriva anche il 3-0 targato D'Ambrosio, fino a quel momento una delle note meno positive della formazione di Conte. Quasi nullo, invece, il Brescia che fa il solletico alla difesa del Biscione. Nel secondo tempo non cambia nulla, anzi. L'Inter aumenta il distacco con il 4-0 di Gagliardini che si scrolla di dosso l'erroraccio della settimana scorsa. Infine segnano anche Eriksen e Candreva.

Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A!