Inter

Inter-Roma 3-1, le pagelle dei nerazzurri: muro Skriniar e super Brozovic

Marcelo Brozovic
Marcelo Brozovic / Marco Luzzani/GettyImages
facebooktwitterreddit

Handanovic 6,5 - Non può nulla sulla rete della Roma. Effettua una sola parata degna di nota in tutto il match.

Skriniar 7 - Un muro. Dalle sue parti non si passa né con la forza né con la velocità.

de Vrij 6,5 - Guida la difesa con la sua solita eleganza e sostanza.

Dimarco 6,5 - Un primo tempo di buonissima qualità. Impressiona la sua facilità di cross in corsa. Nella ripresa spinge meno e rimane più in posizione. Dal 63' Bastoni 6,5 - Entra con il piglio giusto. Nel finale, in pieno recupero, è un muro contro Perez ed evita un finale di match in apprensione totale.

Dumfries 7 - La sblocca con un grande taglio e con freddezza sotto porta. Basta e avanza per portarsi a casa un bel voto.

Barella 7 - Da qualche partita è tornato ai suoi livelli. Tanta corsa, tanta grinta a disposizione dei compagni.

Brozovic 7,5 - Inizia un po' in sordina a causa del pressing continuo di Pellegrini nei suoi confronti. Poi cresce alla distanza, realizzando un gran gol e deliziando San Siro con il suo solito palleggio, oltre che i suoi disimpegni non adatti ai deboli di cuore. Dal 72' Gagliardini sv - Venti minuti in campo per dare muscoli e fisicità al centrocampo.

Calhanoglu 7 - Una grande prestazione per il turco. In avvio riscalda le mani di Rui Patricio con una sassata dalla distanza, poi serve ai compagni cioccolatini a destra e a manca.

Perisic 7 - Probabilmente il miglior quinto di centrocampo della Serie A. Tanta corsa, tanta qualità nelle giocate, sia in fase offensiva che difensiva. Dal 72' Gosens 6 - Mette minuti sulle gambe e permette a Inzaghi di dare respiro a Perisic.

Lautaro 7 - C'è anche il suo timbro nella larga vittoria nerazzurra sulla Roma. Gran colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Dall'81' Sanchez sv - Gioca gli ultimi dieci minuti con la gara già chiusa.

Dzeko 6 - Meno appariscente rispetto al solito. Si è sacrificato con il suo solito lavoro di unione tra centrocampo e attacco. Dal 63' Correa sv - Non ha grandi chance per mettersi in evidenza.

facebooktwitterreddit