Inter

Inter, procedimento UEFA sul FPF. Bellinazzo: "Difficile ci siano sanzioni"

Inter
Inter / Nicolò Campo/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il tema del Fair Play Finanziario appare spesso come un'insidiosa spada di Damocle con cui fare i conti, con tanto di polemiche sulla sua applicazione e di giudizi su un profilo non propriamente equo, ed è logico che faccia notizia un procedimento UEFA per violazione dei termini dello stesso.

FBL-EUR-UEFA
UEFA / FABRICE COFFRINI/GettyImages

L'Inter ha diramato un comunicato ufficiale a riguardo: "Il 17 dicembre 2021 la UEFA ha comunicato ufficialmente che la revisione effettuata dalla Prima Sezione CFCB dei requisiti di pareggio da noi fornite ha evidenziato un significativo disavanzo aggregato per il periodo di monitoraggio che copre i periodi di rendicontazione 2018, 2019, 2020 e 2021 e ha richiesto la presentazione delle nostre informazioni più aggiornate sul pareggio previste per il periodo di riferimento che termina in giugno 2022 (che abbiamo fornito il 20 gennaio 2022)".

La nota prosegue: "Il 14 febbraio 2022 la UEFA ci ha comunicato: la loro decisione di aprire un procedimento nei confronti del nostro club in conformità con l’Articolo 12 (1) delle regole procedurali che disciplinano il controllo finanziario dei club UEFA. La nomina di un membro relatore incaricato di accertare i fatti e raccogliere tutte le prove pertinenti (incluso un piano aziendale per il periodo FY23-FY25) ai sensi dell’articolo 12, paragrafo 2, delle regole procedurali. L’invito a partecipare a un’audizione dinanzi alla Prima Sezione CFCB nel marzo 2022 (data da confermare) presso la Casa del Calcio Europeo di Nyon (Svizzera), una volta che il membro segnalante avrà emesso le sue conclusioni sul caso del nostro club".

Si sottolinea però come Marco Bellinazzo, esperto di finanza sportiva, abbia in qualche modo ridimensionato i timori associati alla nota nerazzurra: "Le verifiche sul Financial Fair play riguardano oltre 30 club europei (inclusi Roma, Inter, Juve e Milan) ed era un atto dovuto della Uefa considerando l'impatto della pandemia. Difficile ci siano sanzioni. Entro aprile le regole saranno rinnovate in vista della stagione 2024/25" si legge sull'account Twitter del giornalista.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit