Inter

Inter, arriva il finanziamento di Oaktree: le condizioni del prestito e i dettagli

Marco Deiana
Steven Zhang
Steven Zhang / LARS BARON/Getty Images
facebooktwitterreddit

“A seguito di un processo di due diligence e con una comune visione a lungo termine del progetto, è stata finalizzata oggi un’operazione di finanziamento a livello di azionariato con fondi gestiti da Oaktree Capital Management, L.P. Con questo finanziamento, l’azionista continuerà a sostenere FC Internazionale Milano, con l’obiettivo di superare le difficoltà e le opportunità perse durante il periodo di Covid”. Questa la nota dell'Inter all'ANSA.

La famiglia Suning ottiene il prestito da 275 milioni di euro di Oaktree. In cambio la proprietà dell'Inter ha messo sul tavolo il 68,55% delle quote nerazzurre, ossia le quote in mano a Suning. Il prestito dovrà essere restituito entro tre anni.

Come verranno utilizzati questi soldi?

La Great Horizon, ossia la controllata di Suning nella gestione dell'Inter, riceverà questo finanziamento da 275 milioni di euro. Una parte, 33 milioni, verranno utilizzati per liquidare la quota in mano di LionRock (il 31,05% delle quote nerazzurre). I rimanenti 242 milioni di euro verranno utilizzati invece per saldare le pendenze della stagione 2020-21 (per esempio, gli stipendi). Il resto sarà utile per la gestione (almeno iniziale) della prossima stagione.

Cosa succede se Suning non restituisce il prestito?

La situazione che va delineandosi è molto simile a quella che ha visto protagonista il Milan qualche stagione fa. Il Fondo Elliott ha acquisito l'intero pacchetto rossonero dopo la mancata restituzione del prestito concesso a Yonghong Li.

Se Suning non dovesse restituire l'intera cifra del prestito entro tre anni, o non dovesse rispettare alcuni parametri definiti nell'accordo tra le due parti, Oaktree diventerebbe proprietario dell'Inter acquisendo le quote di maggioranza in mano (ora) alla famiglia Zhang.

facebooktwitterreddit