Serie A

Insigne saluta il Maradona: tris del Napoli al Genoa e terzo posto matematico

Francesco Castorani
SSC Napoli v Genoa CFC - Serie A
SSC Napoli v Genoa CFC - Serie A / Francesco Pecoraro/GettyImages
facebooktwitterreddit

Nell'ultima di Lorenzo Insigne al Maradona il Napoli non sbaglia e centra una vittoria che sancisce la terza posizione. Spalletti non cambia nulla e schiera la sua miglior formazione; Blessin ci prova con tre trequartisti dietro il solo Yeboah in una gara da dentro o fuori per i rossoblù. Nel tris azzurro apre le marcature Victor Osimehn di testa e chiudono i giochi proprio il capitano del Napoli Lorenzo Insigne e Lobotka dalla panchina.

I partenopei salutano il Maradona con una vittoria nell'ultimo turno in casa di questo campionato. Il terzo posto è matematico e i punti in classifica sono 76 a una giornata dal termine. Il Genoa non porta via niente da Napoli e il suo destino è appeso a un filo. Soltanto un pareggio tra Cagliari e Inter concederebbe ai liguri un'ultima chance di salvezza.

La chiave tattica di Napoli - Genoa

Il 4-2-3-1 di Spalletti contro un modulo a specchio di Blessin. Napoli e Genoa non è un tiro al bersaglio nè un assedio degli azzurri come sarebbe potuto accadere qualche mese fa. Il pressing alto degli ospiti nei primi minuti di gara sorprende la retroguardia comandata da Koulibaly e mette inizialmente in difficoltà la squadra di casa. Il grifone rischia giustamente qualcosa in più per prolungare la permanenza in Serie A di almeno un'altra giornata.

Victor Osimhen
SSC Napoli v Genoa CFC - Serie A / Francesco Pecoraro/GettyImages

Il Napoli tiene il possesso, ma a rendersi più pericolosi sono gli ospiti con la traversa di Yeboah e il tiro sprecato da Portanova a tu per tu con Ospina (salvataggio miracoloso di Mario Rui). Da un potenziale vantaggio i liguri si ritrovano sotto. Insigne si accende sulla corsia mancina e Mertens duetta egregiamente con lui nell'ultima dei due insieme al Maradona. La rete ci si aspetta arrivi da sinistra e invece è Di Lorenzo dall'altra corsia a pennellare per la testa di Osimehn che va in cielo e indirizza con precisione la sfera all'angolino.

La seconda parte è altrettanto movimentata. Il Genoa alza il baricentro e Portanova si ripresenta da solo davanti a Ospina (Mario Rui fatica a tenerlo). Il 90 rossoblù però spreca ancora un'occasione nitidissima calciando sulla gamba di Ospina. La chiave è sempre Dries Mertens che nella posizione di trequarti rappresenta la via di fuga migliore per sorprendere il Genoa. Il gol della sicurezza però non arriva attraverso il belga, ma grazie a un episodio fortuito che regala il rigore dell'addio a Lorenzo Insigne.

Nel finale a rendere il risultato più rotondo ci pensa Lobotka con un break di 50 metri palla al piede e un destro preciso dal limite dell'area che si insacca nell'angolino, imparabile per Salvatore Sirigu.

L'episodio della partita

L'episodio della gara arriva poco dopo l'ora di gioco in una situazione quasi innocua per la retroguardia dei liguri. Hernani salta in modo scomposto e il colpo di testa di Di Lorenzo termina sul suo braccio. Insigne va dal dischetto per salutare il Maradona, centra il palo e sempre Di Lorenzo insacca sulla ribattuta. Il rigore si ripete e questa volta Insigne mette all'incrocio la rete che chiude la gara.

Le pagelle degli azzurri

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina 6.5; Di Lorenzo 6.5, Rrahmani 6, Koulibaly 6, Mario Rui 5.5 (73' Ghoulam 6); Anguissa 6.5 (83' Demme sv), Fabian Ruiz 6 (73' Lobotka 7); Lozano 5.5, Mertens 7 (73' Zielinski 6.5), Insigne 7 (88' Elmas sv); Osimhen 7.

Luciano Spalletti, Aurelio De Laurentiis, Lorenzo Insigne
SSC Napoli v Genoa CFC - Serie A / Francesco Pecoraro/GettyImages

Insigne 7 - Forse emozionato, ci mette un po' ad accendersi. Va vicino al raddoppio e sulla sinistra diventa un pericolo costante. Nella seconda frazione calcia sul palo rigore dell'addio, per poi ripeterlo e metterlo nel sette. Un saluto perfetto al Maradona;

Osimhen 7 - Sembra svogliato nella prima mezz'ora, non riesce a smarcarsi e quando lo fa non ha la lucidità per trovare la scelta giusta. Poi però calcola alla perfezione i tempi dello stacco su un cross morbido di Di Lorenzo e con una girata precisa porta in vantaggio gli azzurri;

Mertens 7 - Si muove tantissimo sulla trequarti ed è sempre l'uomo libero degli azzurri. Il suo svariare mette in difficoltà gli ospiti che seguono a fatica i continui tagli del belga;

Anguissa 6.5 - La sua prestazione cresce con il passare dei minuti. La lunghezza nei reparti limita le sue caratteristiche, nella seconda parte gestisce in fase offensiva e pressa bene;

Di Lorenzo 6.5 -È al quarto assist nelle ultime 5 di campionato disputate. In fase difensiva annulla Gudmundsson e poi offre a Osimehn un cioccolatino per portare in vantaggio il Napoli.

facebooktwitterreddit