Inter

In casa Inter il mercato passa dagli sponsor: il lavoro svolto dall'ad Antonello

Giovanni Benvenuto
Alessandro Antonello
Alessandro Antonello / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

L'Inter può permettersi di fare un mercato vero grazie ad Alessandro Antonello. Secondo quanto riferito dal quotidiano La Repubblica, nonostante una situazione debitoria pesante e la necessità di tagliare i costi, il club nerazzurro può condurre un'eccellente campagna acquisti grazie anche al lavoro svolto dall'amministratore delegato sul piano commerciale.

Alessandro Antonello
Alessandro Antonello / Pier Marco Tacca/GettyImages

In particolare - si legge dal giornale - sono schizzati  i ricavi dalle sponsorizzazioni grazie a partner che lavorano nel campo delle criptovalute. Lo scorso anno Socios ha sostituito il marchio Pirelli sulla maglia ufficiale del club facendo ricavare a quest'ultimo ben 16 milioni più bonus. La società americana però interromperà il rapporto di sponsorizzazione con i nerazzurri, con Digitalbits che porterà l'Inter a ricevere più soldi dopo la Juventus. Digitalbits, nel prossimo triennio, assicurerà 85 milioni più bonus.

Per quanto riguarda lo sponsor tecnico prosegue il rapporto con Nike, con l'obiettivo di passare da 12 milioni di euro più bonus a stagione a trenta. Sul kit d'allenamento il logo Lenovo passerà sul retro delle maglie. L'Inter, inoltre, ha ridotto il passivo di bilancio da 246 a 120 milioni e adesso la proprietà chiede ai manager di chiudere il mercato con 80 milioni di attivo e una riduzione del monte ingaggi del 15 per cento. Nel frattempo arrivano i primi segnali di una ripresa post-pandemia.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit