La Liga

Impatto Cholo, 400 in Liga e decima volta consecutiva in Champions

Francesco Castorani
Diego Simeone
Diego Simeone / Denis Doyle/GettyImages
facebooktwitterreddit

Sarebbero state 11 partecipazioni alla Uefa Champions League in altrettante stagioni del Cholo alla guida dell'Atletico Madrid se nel 2012 fosse esistita la regola dell'accesso diretto alla massima competizione europea per la vincente dell'Europa League. Sono 10 e cambia poco alla narrazione dell'impatto di Diego Simeone sul club rojiblanco di Madrid.

Il miglior ciclo della storia del club è avvenuto sotto la sua guida e non è ancora finito (il contratto è in scadenza a giugno 2014). Le crisi sono state tante, le discussioni (lecite) sulla qualità del gioco dell'Atletico non finiranno mai con lui in panchina. Quello che l'Atletico avrebbe potuto fare con un'altra guida nel momento in cui ha raggiunto il livello delle big sarà un interrogativo per cui non ci sarà mai una risposta.

Dalla realtà odierna però, se la confrontiamo con la storia, si evince che l'Atletico Madrid e Simeone hanno creato dieci anni irripetibili. Ieri ha fatto 400 panchine in Liga con lo stesso club, raggiungendo un traguardo che condivide con altri due tecnici iconici della storia del campionato spagnolo e nella prossima stagione potrebbe addirittura stabilire il record assoluto.

A dicembre scorso ha compiuto dieci anni sulla panchina dell'Atletico Madrid. Tornato nel club in cui aveva militato negli anni Novanta e Duemila prima di chiudere la carriera al Racing, il percorso di Simeone da allenatore non è stato molto diverso da quello con gli scarpini ai piedi. Il ritiro da giocatore è coinciso con l'inizio della carriera da allenatore, non ci sono mai state pause nella sua vita sul campo.

Diego Simeone
Claudio Villa Archive / Claudio Villa/GettyImages

La gavetta in Argentina e l'esperienza in Italia con il Catania sono servite a lanciarlo alla guida dell'Atletico Madrid a cui si aggregato nel dicembre 2011 al posto dell'esonerato Gregorio Manzano. 5 mesi in una squadra importante e la vittoria dell'Europa League, eliminando nei sedicesimi la sua Lazio e concludendo l'opera a maggio contro l'Athletic Bilbao di Bielsa. In campionato le difficoltà comprensibili del gestire più competizioni l'hanno lasciato dietro al Malaga, a due punti dalla Champions League, obiettivo che non ha mai più fallito.

Diego Simeone
AS Bari v Catania Calcio - Serie A / Giuseppe Bellini/GettyImages

Dalla vittoria dell'Europa League è passata una decade, inaugurata dal Cholo con la vittoria della Liga 2020-21, un titolo raramente in discussione sul quale l'argentino si è avventato sfruttando le difficoltà di Barcellona e Real Madrid. Di quella rosa la maggior parte si sono ritirati o sono alle battute finali della propria carriera e a vestire la maglia dei rojiblancos è rimasto solo Koke.

Il bilancio dopo poco più di 10 anni alla guida dell'Atletico Madrid è di 8 trofei, tra cui spiccano ovviamente i due campionati (le vittorie più significative) e invece mancano le Finali di Champions League, entrambe perse nel modo più drammatico possibile contro gli eterni rivali del Real Madrid. Quelle sconfitte sono state brucianti, ma hanno permesso al Cholo e ai colchoneros di scrivere, anche se con un finale beffardo, il nome dell'Atletico Madrid nella storia della Champions.

UEFA Champions League - Final - Real Madrid vs Atletico Madrid
UEFA Champions League - Final - Real Madrid vs Atletico Madrid / Anadolu Agency/GettyImages

Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit