La Liga

Il nuovo Barça è pronto per la Liga?

Francesco Castorani
FC Barcelona Unveil New Signing Raphinha
FC Barcelona Unveil New Signing Raphinha / David Ramos/GettyImages
facebooktwitterreddit

5 colpi per provare a mettere le mani sulla Liga. Quest'anno, tra il fallimento di Koeman e l'avvicendamento di Xavi in panchina, il Barcellona non è riuscito a ricucire la distanza con il Real Madrid e ha chiuso al secondo posto. La leggenda blaugrana ha trascinato i suoi in Champions League alimentando la fiducia in un momento di fuoco attorno al club.

L'estate è iniziata con i noti problemi economici, ma poi gli strumenti finanziari hanno momentaneamente sbloccato il mercato del Barcellona. Il giovane Pablo Torre, Andreas Christensen, Franck Kessié, Raphinha e Robert Lewandowski. Un colpo per reparto per riportare il Barça in vetta.

Aspettando Jules Kounde e una svolta relativa al caso Frenkie de Jong, Xavi studia il suo undici per provare a riportare la Liga in Catalogna dopo due anni a Madrid. Con in porta la certezza Ter Stegen, il pacchetto dei centrali formato da Christensen, Araujo, Pique ed Eric Garcia, i dubbi principali riguardano la fascia destra. A sinistra Xavi si affiderà alla certezza Jordi Alba, mentre sulla fascia lasciata liberà da Dani Alves, al momento ci sono Sergi Roberto e Dest, con il Barça che sta lavorando al colpo Azpilicueta.

César Azpilicueta
César Azpilicueta / Eurasia Sport Images/GettyImages

A centrocampo le chiavi appartengono al solito Sergio Busquets con l'insostituibile Pedri al suo fianco. Chi sarà però il terzo centrocampista del Barcellona? Appare ormai chiaro che, nonostante la volontà di Frenkie de Jong di rimanere in Catalogna, le intenzioni della dirigenza siano quelli di cedere l'olandese in Premier per una cifra che si aggirerebbe intorno agli 80 milioni di euro e migliorerebbe non poco la situazione economica dei blaugrana.

FBL-ESP-LIGA-BARCELONA-TRAINING
Frenkie de Jong / PAU BARRENA/GettyImages

L'olandese è partito per gli USA con la squadra e, se dovesse rimanere si contenderebbe il posto con il nuovo arrivato Franck Kessié e Gavi, con Nico Gonzalez, Riqui Puig e Pablo Torre sullo sfondo (i primi due potrebbero partire in estate). Il Barcellona non ha chiuso ancora il mercato in entrata e, in caso di addio virerebbe su un nuove nome.

L'attacco è senz'altro il reparto più in fermento. Robert Lewandowski è il colpo da sogno e i 60 milioni investiti per Raphinha implicano che il brasiliano ex Leeds è arrivato per giocare subito. Il rinnovo biennale di Ousmane Dembelé, la probabile permanenza di Memphis Depay e Aubameyang, e la presenza dei giovani e forti Ferran Torres e Ansu Fati, regalano a Xavi un pacchetto di attaccanti invidiabile che il tecnico dovrà gestire al meglio per tenere alto il livello della competitività durante tutta la stagione.

Ansu Fati, Ferran Torres, Ousmane Dembele
Barcellona / Soccrates Images/GettyImages

A metà luglio la dirigenza blaugrana si è mossa molto bene, approfittando di due colpi importanti a parametro zero e consegnando a Xavi una rosa quasi completa a inizio ritiro. Con qualche uscita da mettere a punto e qualche arrivo da concludere, il Barça resta comunque dietro al Real Madrid del doblete nella lotta al titolo, con i blancos che non sono rimasti a guardare, contrattualizzando Tchouameni e Rudiger.

Antonio Rudiger
Antonio Rudiger / Denis Doyle/GettyImages

I dualismi nel Clasico non mancheranno e sarà interessante vedere sfidarsi Christensen e Rudiger (ex compagni al Chelsea), Kessie e Tchouameni (tra i migliori centrocampisti di Serie A e Ligue 1), il brasiliano Raphinha con i connazionali Vinicius Jr. e Rodrygo (in un duello per un maglia a Qatar 2022) e soprattutto Karim Benzema e Robert Lewandowski, i migliori attaccanti in circolazione. Il Barça sta tornando ai suoi livelli abituali e ci aspettiamo una Liga più equilibrata, caratterizzata da una delle rivalità calcistiche più appassionanti del nostro presente.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit