Champions League

Il Napoli non smette di stupire: altro 3-0 ai Rangers

La redazione di 90min
Napoli - Rangers
Napoli - Rangers / Francesco Pecoraro/GettyImages
facebooktwitterreddit

È festa grande al Maradona: il Napoli batte i Rangers 2-0 e si regala un'altra magica notte di Champions League. I partenopei avevano già conquistato il pass per gli ottavi, ma grazie a questa giornata si avvicinano sensibilmente al primo posto nel girone e alla conseguente possibilità di godere di un sorteggio più favorevole. Per raggiungerlo bisognerà infatti aspettare la prossima sfida, quella ad Anfield contro il Liverpool (che ha travolto 3-0 l'Ajax): un campo che fa paura, ma dove il Napoli può far valere la miglior differenza reti.

A decidere la partita contro gli scozzesi ci pensano Giovanni Simeone, autore di una doppietta nei primi 15 minuti, e Leo Ostigard con un'incornata su calcio d'angolo.

La chiave tattica di Napoli-Rangers

Con la qualificazione alla fase a eliminazione diretta già in ghiaccio, Luciano Spalletti si concede un ampio turnover. Sono ben 6 infatti i cambi rispetto l'undici che è sceso in campo domenica contro la Roma. Il tecnico fa riposare Osimhen e Kvaratskhelia, lanciando Simeone e Raspadori dal primo minuto.

Per battere i Rangers, squadra con la peggior difesa di tutta la Champions League, i partenopei si limitano a giocare come hanno fatto in questi mesi, con il pressing asfissiante, la ricerca costante degli esterni, e la partecipazione dei terzini alla fase offensiva. È proprio dalle corsie laterali che nascono i gol del Cholito.

Prima è Di Lorenzo a servire un bel lancio lungo che Simeone controlla in maniera magistrale battendo McGregor con un tiro a incrociare sul secondo palo; poi è Mario Rui a mettere un cross che l'argentino gira alla perfezione di testa. Nel secondo tempo i partenopei gestiscono diligentemente il vantaggio concedendo qualche occasione ai Rangers - una su tutte quella mancata da Morelos - ma nel finale chiudono la pratica grazie al colpo di testa su corner di Ostigard, che segna il 100° gol della storia del Napoli in Champions League.

L'episodio della partita

Giovanni Simeone
Giovanni Simeone / Francesco Pecoraro/GettyImages

Il Napoli ci ha regalato anche stasera una prova da manuale calcistico. Nonostante i diversi titolari lasciati a riposo, la squadra di Spalletti gioca ormai a memoria, divertendo e divertendosi a sua volta. Tra le numerose giocate degne di nota, quella di Giovanni Simeone merita una menzione speciale. Il Cholito ha infatti controllato con un tocco di velluto il lancio di Di Lorenzo segnando la rete che ha dato il via alla festa azzurra. Il fatto che l'argentino sia nemmeno un bomber di scorta, fa capire quanto la rosa dei partenopei sia profonda.

Il tabellino di Napoli-Rangers 3-0

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo (86' Zanoli), Ostigard, Kim, Mario Rui; Ndombele, Lobotka (83' Zielinski), Elmas (74' Gaetano); Politano (72' Lozano), Simeone, Raspadori (83' Zerbin). Allenatore: Luciano Spalletti.

RANGERS (3-4-3): McGregor; Lundstram, King (77' Barisic), Davies, Tavernier, Yilmaz, Tillman (68' Arfield); Wright (46' Sakala), Sands, Kent, Morelos (68' Colak). Allenatore: Giovanni Van Bronckhorst.

ARBITRO: Halil Umut Mele (TUR).

RETI: Simeone (11', 16'), Ostigard (80').

AMMONIZIONI: Davies (9'), Lundstram (42'), Kim (88'), Mario Rui (90').

Napoli-Rangers 2-0, le pagelle dei partenopei

Meret 6; Di Lorenzo 7 (Zanoli sv), Ostigard 7.5, Kim 7, Mario Rui 7.5; Ndombele 7, Lobotka 6.5 (Zielinski sv), Elmas 6 (Gaetano 6); Politano 6.5 (Lozano 6), Simeone 8, Raspadori 7 (Zerbin sv)

Di Lorenzo 7 - Nemmeno in una serata in cui fa riposare tutti i big Spalletti rinuncia al suo capitano, che per l'occasione veste i panni dell'assistman e, oltre a mandare in porta il Cholito, regala sempre passaggi cruciali per i compagni;

Mario Rui 7.5 - Sforna il 5° assist della sua stagione confermando la qualità del suo sinistro, che ad oggi è uno dei più pericolosi d'Europa;

Simeone 8 - L'argentino parte indietro nelle gerarchie del tecnico ma quando viene chiamato in causa risponde sempre presente. Spalletti sa che quando sente la musichetta della Champions, il Cholito si galvanizza e stasera l'ha confermato;

Raspadori 7 - Deve dire momentaneamente addio alla posizione da falso nueve ma non si scoraggia. Anzi, veste i panni del Kvaratskhelia costituendo sempre un pericolo per la difesa dei Rangers. Solo la sfortuna gli impedisce di trovare il gol.


Segui 90min su Instagram

facebooktwitterreddit