Il Napoli danza all'Arechi: 2-0 sulla Salernitana firmato Di Lorenzo-Osimhen

Alessio Eremita
Salernitana-Napoli
Salernitana-Napoli / Francesco Pecoraro/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il Napoli si aggiudica il derby campano contro la Salernitana per 2-0 e conclude il girone d'andata al primo posto della Serie A, avvicinandosi sempre di più all'ambito Scudetto. Tutto troppo semplice per la squadra di Spalletti, che tinge d'azzurro l'Arechi e si porta momentaneamente a +12 sul Milan secondo in classifica. A sbloccare il risultato è capitan Di Lorenzo allo scadere del primo tempo: il terzino si inserisce sul rasoterra di Anguissa e scaglia il pallone sotto la traversa. I granata accusano il colpo e spariscono dal campo nei minuti iniziali della ripresa. Al 51' Osimhen riscatta il gol precedentemente annullato dal VAR e sfrutta una respinta corta di Ochoa sul tiro di Elmas. Nonostante il totale controllo del gioco, il Napoli perde con Lobotka un pallone sanguinoso che Piatek scaglia contro Meret, bravissimo nel distendersi e negare la gioia del gol al polacco con l'ausilio del palo. A dieci minuti dal triplice fischio il risultato non cambia e il Napoli può esultare. Fischi assordanti, invece, per i calciatori della Salernitana.

La chiave tattica di Salernitana-Napoli

Il Napoli domina la gara per tutti i novanta minuti, pur dovendo affrontare una difesa - quella della Salernitana - ben organizzata e compatta. I granata vivono di poche accelerazioni offensive e reggono mentalmente il confronto fino al gol di Di Lorenzo, maturato allo scadere del primo tempo. Il colpo accusato raddoppia la propria efficacia all'inizio della ripresa, quando la rete di Osimhen chiude virtualmente i giochi. La Salernitana non riesce a rientrare in partita e il Napoli danza sul velluto tra possesso palla, verticalizzazioni e brividi per Ochoa.

L'episodio della partita Salernitana-Napoli

L'episodio che indirizza la sfida tra Salernitana e Napoli matura allo scadere del primo tempo, quando Di Lorenzo sbuca in area e trasforma in rete l'assist al bacio di Anguissa. Una doccia gelata per la squadra di Nicola, che sperava di rientrare negli spogliatoi sul risultato di parità. Così non è, e i risultati si sono visti all'inizio della ripresa con il raddoppio immediato di Osimhen.

Il migliore in campo di Salernitana-Napoli: Di Lorenzo, voto 7,5

Giovanni Di Lorenzo
Giovanni Di Lorenzo, Mario Rui / Francesco Pecoraro/GettyImages

Di Lorenzo sale in cattedra e brilla nella serata dell'Arechi. Il capitano del Napoli sblocca il risultato con un gol da bomber vero e spiana la strada agli azzurri. Oltre alla rete del momentaneo 1-0, l'esterno partenopeo si dimostra il migliore in campo anche per l'ottima tenuta fisica in fase difensiva. Non c'è spazio per gli avversari dalle parti di Meret.

Il tabellino di Salernitana-Napoli

MARCATORI: 45'+3' Di Lorenzo, 48' Osimhen.

SALERNITANA (3-5-2): Ochoa; Daniliuc (85' Sambia), Gyomber (16' Lovato), Pirola; Candreva, Coulibaly, Nicolussi Caviglia., Vilhena (73' Valencia), Bradaric; Dia (85' Bonazzoli), Piatek. A disposizione: Bohinen, Botheim, Capezzi, Fiorillo, Iervolino, Kastanos, Sepe. Allenatore: Nicola.

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski (85' Ndombele); Lozano (85' Politano), Osimhen (89' Simeone), Elmas. A disposizione: Bereszynski, Demme, Gaetano, Marfella, Olivera, Raspadori, Sirigu, Ostigard, Zedadka, Zerbin. Allenatore: Spalletti.

ARBITRO: Chiffi di Padova.

AMMONITI: Kim, Bradaric, Pirola, Ndombele.

Le pagelle di Salernitana-Napoli

Piatek 6 - Merita la sufficienza per quanto dimostrato. Da solo contro tutti, è l'unico della Salernitana capace di creare qualche pericolo alla retroguardia azzurra. Colpisce il palo nel finale.

Candreva 5 - La fascia al braccio non lo rende un supereroe. Contro i leoni azzurri diventa un gattino inerme e a tratti indisponente.

Ochoa 5 - Sul primo gol subito non ha colpe, sul secondo respinge con troppa superficialità il tiro di Elmas e garantisce a Osimhen un tap-in facile facile.

Bradaric 4,5 - Gli gira la testa dal primo all'ultimo minuto. Per non farsi mancare nulla, rimedia pure un cartellino giallo.

Vilhena 4,5 - Lascia il campo tra i fischi. Non inventa, non aiuta, non si muove molto. Insomma, non fa nulla.

Osimhen 7,5 - Non tradisce la media di un gol a partita. Dopo aver congelato l'esultanza per il fuorigioco sul potenziale 1-0, l'attaccante nigeriano mette la propria firma sulla vittoria del Napoli all'Arechi.

Meret 7 - Resta spesso a guardare, ma nel momento decisivo si distende e devia sul palo la conclusione di Piatek per il potenziale 1-2.

Mario Rui 7 - Sulla sinistra non c'è confronto che regga. Il portoghese corre, driblla e sfiora addirittura il gol personale con un tiro dalla distanza.

Anguissa 7 - Serve l'assist per l'1-0 di Di Lorenzo e disputa una partita nel pieno rispetto delle attese. Rappresenta uno dei valori aggiunti di un Napoli che non intende fermarsi.

Lobotka 6,5 - Motore e mente del Napoli. Ma quello stop sbagliato nei pressi dell'area di rigore... Per sua fortuna Meret para il tiro e Piatek non festeggia.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit