Il Milan farebbe bene a cedere in prestito Adli per i prossimi sei mesi?

Giovanni Benvenuto
Yacine Adli
Yacine Adli / Marco Luzzani/GettyImages
facebooktwitterreddit

Yacine Adli è uno dei giocatori del Milan a non aver ottenuto un ampio minutaggio in questa prima parte di stagione. Il centrocampista francese arrivato dal Bordeaux - all'inizio - era stato quotato come il possibile nuovo crack del club rossonero, ma le statistiche - finora - non sono dalla sua parte.

Quattro i gettoni ottenuti finora con nessun gol e nessun assist inanellato, e col Milan che adesso medita sul suo futuro. Vista la sovrabbondanza a centrocampo e visto anche il modulo prediletto da Pioli, un addio di Adli (magari in prestito) sembrerebbe la soluzione più ovvia. Ma il Milan farebbe bene a darlo via a titolo temporaneo?

Analizziamo meglio la situazione: Adli - a detta di Pioli - è stato definito come una mezz'ala, magari da inserire in un 4-3-3 (secondo mosaico tattico scelto), ma le sue caratteristiche al momento cozzano con l'idea scelta - o meglio - consolidata del tecnico parmigiano, che non ha alcun intenzione di stravolgere quell'ossatura che si è rivelata decisiva per la vittoria dello Scudetto nela precedente stagione.

Yacine Adli
Yacine Adli / Ciancaphoto Studio/GettyImages

Eppure nel corso del pre-campionato il giocatore aveva fatto intravedere spunti interessanti. Forza fisica, versatilità e ottima visione di gioco, che l'avevano reso come un profilo in grado di ricoprire più ruoli sulla mediana. Pioli, molto spesso, ha preferito Krunic o Brahim Diaz sulla trequarti, e come se non bastasse non è servito neanche adattarsi al ruolo di esterno per far cambiare idea al tecnico.

L'idea di una cessione in prestito potrebbe essere quella più sensata: mandare Adli in un altro club, in modo tale da osservare la sua crescita e anche per non avere rimpianti. Maldini e Massara avevano puntato sul francese ma gli scenari e le rotazioni in mezzo al campo non hanno visto come protagonista l'ex Bordeaux, che ora si ritrova di fronte a un bivio.

Il Milan - in vista del secondo round di stagione - potrebbe avere bisogno di ogni singolo giocatore in rosa, ma analizzando la situazione sulla trequarti difficile pronosticare un exploit di Adli. Piuttosto sarebbe più opportuno "modellare" l'acquisto più dispendioso dei rossoneri: Charles De Ketelaere (anche lui protagonista di una prima metà a fari spenti). Il belga è stato pagato più di 30 milioni, e - nel suo caso - sarebbe giusto dargli ancora qualche possibilità. Queste però ridotte al lumicino per Adli: tanti giocatori a centrocampo e come se non bastasse, davanti alla difesa, sono intoccabili Bennacer e Tonali (con il piano di crescita di Vranckx sullo sfondo). Cedere Adli in prestito per non perderlo, ma soprattutto per dargli qualche minuto in più nelle gambe - in questo caso - sarebbe più che opportuno. Soprattutto per il giocatore stesso.

facebooktwitterreddit