Serie A

Il Milan attacca ma il Bologna regge: a San Siro finisce 0-0

Andrea Gigante
Milan - Bologna
Milan - Bologna / Mattia Ozbot/GettyImages
facebooktwitterreddit

Finisce qui il posticipo della 31ª giornata di Serie A. Il risultato ha del clamoroso e sarà determinante anche in ottica Scudetto: il Milan non riesce infatti ad andare oltre lo 0-0 contro il Bologna e a questo punto permette al Napoli di portarsi a -1 dalla vetta della classifica.

Nella serata di San Siro, i rossoneri esibiscono la tanto discussa quarta maglia ma provano a regalare una gioia ai tifosi sfoderando una prova tambureggiante, completamente rivolta all'attacco. Di fronte si sono però trovati una squadra attenta e la difesa rossoblù è riuscita a reggere fino al novantesimo.

La chiave tattica di Milan - Bologna

Stefano Pioli rinuncia all'esperimento Kessié avanzato e ripropone Brahim come trequartista. Insieme a Leao e Messias, lo spagnolo ha agito alle spalle di Giroud. In mediana conferme per Bennacer e Tonali. Vista l'assenza di Mihajlovic, è Tanjga a sedere sulla panchina del Bologna. Il viceallenatore rossoblù rinuncia all'idea del tridente e propone un tendem offensivo composto da Arnautovic e Barrow. Panchina iniziale per Orsolini.

I rossoneri partono all'arrembaggio, con l'obbiettivo di sbloccare quanto prima la partita. Tuttavia, risultano spesso frenetici e sbagliano l'ultimo passaggio o il tiro sotto porta. Come al solito l'asse Theo-Leao si rivela proficuo, ma in un modo o nell'altro la difesa del Bologna riesce sempre a resistere.

Il Milan fa girare bene il pallone da destra a sinistra e viceversa e arriva quasi sempre sul fondo. I cross di Calabria e Theo non vengono mai capitalizzati.

L'episodio della partita

Nel primo tempo il Milan ha calciato 23 volte in porta: un record stagionale. L'occasione più emozionante è però il colpo di testa di Giroud. Il gigante francese ha sgomitato in area per intercettare il cross dalla trequarti di Theo Hernandez e l'ha girato in porta da fuoriclasse vero. Sul suo cammino verso la gloria si è però frapposto Skorupski che ha parato la conclusione con un intervento fotogenico.

Il migliore in campo

Theo Hernandez, Gary Medel
Gary Medel / Mattia Ozbot/GettyImages

La partita di stasera doveva essere una festa per i rossoneri che avevano l'occasione di riconfermarsi ancora al primo posto in classifica. A rovinare tutto ci ha pensato un centrocampista che negli ultimi anni ha iniziato a fare il centrale. Con i suoi interventi Gary Medel è stato determinante per il Bologna; se non ci fosse stato lui a immolarsi sulle conclusioni del Milan, il Bologna non avrebbe mai strappato il pareggio.

Il tabellino di Milan - Bologna

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria (75' Florenzi), Kalulu, Tomori, Theo; Tonali, Bennacer (70' Kessié); Messias (46' Rebic), Brahim, Leao; Giroud (70' Ibrahimovic). Allenatore: Pioli.

BOLOGNA (3-4-2-1): Skorupski; Soumaoro, Medel (82 Bonifazi), Theate; Hickey (71' Kasius), Schouten, Aebischer, Dijks (82' Mbaye); Svanberg (71' Soriano), Barrow (60' Orsolini); Arnautovic. Allenatore: Tanjga.

ARBITRO: Marinelli.

AMMONIZIONI: Dijks (41'), Orsolini (98').


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit