Serie A

Il diesse (del miracolo Atalanta) Sartori è sul mercato: piace a Bologna e Juventus

Andrea Gigante
Giovanni Sartori
Giovanni Sartori / Marco Luzzani/GettyImages
facebooktwitterreddit

Quello dell'Atalanta sembra un ciclo ormai finito e, sebbene a Bergamo si parli di un semplice anno di transizione, è probabile che in estate la Dea possa cambiare qualcosa.

Il volto dell'ascesa degli orobici degli ultimi anni è sicuramente quello di Gian Piero Gasperini. D'altronde il tecnico ha preso una squadra di medio-bassa classifica e l'ha portata in Champions League, rivalutando esponenzialmente i giocatori e scovando talenti che sono andati poi a riempire le casse del club con la loro cessione.

C'è però un altro personaggio che ha giocato un ruolo chiave nell'exploit dell'Atalanta. Una figura che preferisce lavorare nell'ombra, a fari spenti, senza troppi proclami. Se la Dea è oggi considerata una big della Serie A, il merito è anche di Giovanni Sartori, il dirigente che ha saputo costruire la rosa di Gasperini, mettendogli a disposizione pedine funzionali al suo gioco. Tuttavia, la stagione deludente dei bergamaschi e l'arrivo Lee Congerton dal Leeds come nuovo ds, hanno fatto finire Sartori ai margini della società e un suo addio in estate è praticamente certo.

Mario Pasalic
Atalanta / Maurizio Lagana/GettyImages

Come rivela calciomercato.com, il dirigente era già stato tentato l'anno scorso dal Napoli. Il desiderio di continuare il proprio progetto a Bergamo e la distanza che avrebbe messo fra sé e la famiglia lo convinsero però a declinare la proposta di De Laurentiis.

Adesso invece Sartori è disposto ad ascoltare eventuali offerte. Su di lui si è già mosso il Bologna, pronto a mettere in piedi un modello che emuli quello dell'Atalanta. Il ds non ha rifiutato, ma non sembra entusiasta della destinazione.

Tra i suoi piani c'è infatti la volontà di confrontarsi con una piazza già competitiva e pronta per l'Europa. La Juventus sarebbe pronta ad accoglierlo, mettendogli sul piatto un ruolo nell'area sport dirigenziale al fianco o al di sopra di Cherubini. La trattativa è in corso, ma chi ingaggerà Sartori potrà contare su un dirigente esperto, capace di generare plusvalenze da giocatori praticamente sconosciuti.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit