I probabili moduli di partenza delle squadre di Serie A 2024/25

Quali sistemi di gioco utilizzeranno i 20 allenatori del massimo campionato italiano?
Juventus Medical Tests
Juventus Medical Tests / Stefano Guidi/GettyImages
facebooktwitterreddit

La Serie A 2024-25 è alle porte. Sta già bussando, con l'inizio dei ritiri per ognuno dei club del massimo campionato italiano. Aperto il calciomercato estivo e digerito il calendario casuale pubblicato solo qualche giorno fa, tutte le rose stanno prendendo forma per affrontare una nuova e lunga stagione di calcio, al termine della quale verrà disputato il Mondiale per Club nella sua versione rinnovata.

Focalizziamoci però sul nostro campionato, che con la stagione in arrivo 2024-25 giungerà alla 123ª edizione (93ª di Serie A). Sono solo 7 le panchine confermate rispetto al finale della scorsa stagioen, conclusa il 1° giugno 2024, con ben 13 cambi e tante curiosità da scoprire per quanto concerne i nuovi matrimoni. Con quali moduli giocherano le 20 squadre della massima divisione italiana?

1. Atalanta, Gian Piero Gasperini: 3-4-2-1

Gian Piero Gasperini
Atalanta BC v ACF Fiorentina - Serie A TIM / Image Photo Agency/GettyImages

Il solito Gasp, da Campione d'Europa (League) in carica e con le ambizioni alle stelle. Gian Piero Gasperini inizierà presto il suo nono anno alla guida del club bergamasco e ormai sull'identità nerazzurra non ci sono più dubbi; il sistema di gioco con cui l'Atalanta ha compiuto il salto di qualità è il 3-4-2-1.

2. Bologna, Vincenzo Italiano: 4-3-3

Vincenzo Italiano
ACF Fiorentina v SSC Napoli - Serie A TIM / Gabriele Maltinti/GettyImages

Il Bologna formato Champions League ha salutato Thiago Motta e accolto Vincenzo Italiano, un tecnico che in Europa (Conference) ha dimostrato di saper arrivare in fondo. Rispetto al 4-2-3-1 dell'ex Nazionale azzurro, ci aspettiamo soltanto una leggera modifica, con Italiano che potrebbe sostituire il trequartista (idealmente Ferguson infortunato) con una mezz'ala, transitando verso il 4-3-3.

3. Cagliari, Davide Nicola: 3-5-2

Davide Nicola
Empoli FC v AS Roma - Serie A TIM / Gabriele Maltinti/GettyImages

È stato l'ultimo slot a riempirsi, l'ultima squadra a scegliere il tecnico della stagione 2024-25. Dopo un'emozionante salvezza con l'Empoli, Davide Nicola ripartirà da Cagliari. Il modulo più utilizzato dal tecnico piemontese negli ultimi due anni è il 3-5-2, un sistema che in Sardegna è stato usato spesso anche da Claudio Ranieri.

4. Como, Cesc Fabregas: 4-2-3-1

Cesc Fabregas
Como v Cosenza Calcio - Serie B / Jonathan Moscrop/GettyImages

Il Como continuerà con Cesc Fabregas, che sarà l'unico allenatore Under 40 della Serie A 2024-25. La società neopromossa è già tra le più attive sul mercato e il progetto sembra ambizioso, così come potrebbe essere il calcio del fenomeno spagnolo. L'anno scorso ha costruito la parte conclusiva di stagione su un 4-2-3-1 con il club comasco è volato nel massimo campionato italiano.

5. Empoli, Roberto D'Aversa: 4-3-3

Roberto D'Aversa
Empoli Unveil New Coach Roberto D'Aversa / Gabriele Maltinti/GettyImages

Salutato Davide Nicola, l'Empoli ha accolto Roberto D'Aversa, le cui ultime parentesi in Serie A non sono state molto felici. Esonerato dal Lecce in primavera, il tecnico potrebbe continuare a puntare sul suo 4-3-3, il sistema più utilizzato negli ultimi due anni, per provare ad esaltare le qualità di giovani talenti come Cambiaghi o Fazzini.

6. Fiorentina, Raffaele Palladino: 3-4-2-1 o 4-2-3-1

Raffaele Palladino
Raffaele Palladino, head coach of AC Monza, looks on prior... / Nicolò Campo/GettyImages

Con il Monza è cresciuto, permettendo alla società brianzola di sognare anche l'Europa. Un'evoluzione che l'ha portato a compiere uno step in avanti: Firenze. Dovrà curare le ferite di due finali di Conference perse consecutivamente, e potrà farlo provando a calpestare la strada tracciata da Italiano e introducendo nuovi concetti. Il 4-2-3-1, sistema utilizzato nella seconda parte dell'ultima stagione a Monza, poteva apparire lo schieramento più indicato per le caratteristiche del club viola (sulla carta) ma il nuovo mister ha già dichiarato di voler partire dalla difesa a tre e dal 3-4-2-1.

7. Genoa, Alberto Gilardino: 3-5-2

Alberto Gilardino
AS Roma v Genoa CFC - Serie A TIM / Silvia Lore/GettyImages

Si parlava di un possibile addio, visto l'exploit del suo Genoa, capace di agguantare l'11ª posizione da neopromossa della Serie A. Alla fine però Alberto Gilardino è rimasto in Liguria, con l'obiettivo di alzare ancora l'asticella o confermare almeno quanto di buono costruito con il Grifone. Il club rossoblù, salvo sorprese, continuerà a schierarsi con quel 3-5-2 che ha regalato tante gioie ai tifosi.

8. Inter, Simone Inzaghi: 3-5-2

Simone Inzaghi
Hellas Verona FC v FC Internazionale - Serie A TIM / Image Photo Agency/GettyImages

Stesso sistema, ma ambizioni completamente diverse per l'Inter di Simone Inzaghi. La squadra Campione d'Italia in caria dovrà difendere un titolo al quale si candidano in tante, e lo farà con il modulo che contraddistingue il tecnico dai tempi della Lazio. Il 3-5-2 è la certezza di un'Inter che nella stagione 2023-24 ha dominato tutti gli avversari (eccezion fatta per il Sassuolo) e che vuole ripetersi aprendo un nuovo ciclo in Serie A.

9. Juventus, Thiago Motta: 4-2-3-1

Thiago Motta - Brazilian Soccer Player - Born 1982
Juventus Medical Tests / Stefano Guidi/GettyImages

Da Bologna a Torino. Thiago Motta ha regalato un piazzamento in Champions League ad un luogo in cui la massima competizione europea mancava da oltre 60 anni. Giuntoli l'ha poi convinto a firmare per la Juventus dove proverà a portare nuove idee e a tagliare il cordone che lega i bianconeri al passato. Tutti si aspettano una Juventus più divertente e il sistema di partenza potrebbe essere quel 4-2-3-1 che ha prepotentemente cambiato la storia del Bologna.

10. Lazio, Marco Baroni: 4-3-3

SS Lazio Unveil New Coach Marco Baroni
SS Lazio Unveil New Coach Marco Baroni / Marco Rosi - SS Lazio/GettyImages

Tra proteste e polemiche è cominciata anche la stagione della Lazio, che dopo Sarri e Tudor, ha accolto Marco Baroni nella Capitale. Stramaccioni, in un postpartita di Dazn, ne parlava come uno dei 10 migliori allenatori al mondo, e il miracolo salvezza con il Verona è ancora nella memoria di tutti. Baroni si è schierato con diversi moduli in carriera, ma il sistema più utilizzato dal tecnico, anche in realtà minori, è il 4-3-3.

11. Lecce, Luca Gotti: 4-2-3-1

Luca Gotti
SSC Napoli v US Lecce - Serie A TIM / Image Photo Agency/GettyImages

È arrivato in Puglia e ha impiegato meno di due mesi a salvare un Lecce in crisi d'identità. Ha rimesso a posto ogni tassello meritando la conferma per la stagione che inizierà a breve. Luca Gotti potrebbe puntare ancora sulla difesa a quattro, nonostante il modulo più utilizzato in carriera, tra Spezia e Udinese, sia stato il 3-5-2.

12. Milan, Paulo Fonseca: 4-2-3-1

Paolo Fonseca
OGC Nice v LOSC Lille - Ligue 1 Uber Eats / Jonathan Moscrop/GettyImages

Omaggiato Stefano Pioli dopo un ciclo quinquennale, il Milan ha presentato Paulo Fonseca come allenatore del presente e futuro rossonero. La Serie A l'ha conosciuta qualche anno fa dalla panchina della Roma e il modulo più utilizzato nelle sue oltre 500 panchine (sia con lo Shakhtar che negli ultimi due anni al Lille) è il 4-2-3-1; un sistema che si sposa bene con le caratteristiche dei giocatori rossoneri.

13. Monza, Alessandro Nesta: 3-4-2-1

UC Sampdoria v Reggiana - Serie B
UC Sampdoria v Reggiana - Serie B / Simone Arveda/GettyImages

Palladino ha lasciato un Monza in transizione verso il 4-2-3-1 dopo un biennio disputato con la difesa a 3. Un approccio che potrebbe essere riabbracciato proprio dal nuovo tecnico Alessandro Nesta, che nelle ultime due esperienze in Serie B (Frosinone e Reggiana) ha sempre schierato le sue squadre con il 3-4-2-1. In Brianza molti giocatori sono già abituati a operare con questo sistema.

14. Napoli, Antonio Conte: 3-5-2

SSC Napoli Unveils New Manager Antonio Conte
SSC Napoli Unveils New Manager Antonio Conte / Image Photo Agency/GettyImages

La certezza è che il Napoli giocherà con la difesa a 3. Marchio di fabbrica di Antonio Conte e utilizzata anche da Mazzarri nell'ultima fallimentare stagione partenopea, i dubbi riguardano principalmente lo schieramento offensivo. Gli azzurri continueranno sulla via del tridente o Khvicha Kvaratskhelia opererà come 10 alle spalle di una punta centrale?

15. Parma, Fabio Pecchia: 4-2-3-1

Fabio Pecchia
Parma Calcio v Cremonese - Serie B / Luca Amedeo Bizzarri/GettyImages

Il Parma è finalmente tornato in Serie A. Lo ha fatto sotto la guida di Fabio Pecchia che, con solo due anni da allenatore crociato, figura come uno dei più longevi per quanto concerne il massimo campionato italiano. Il 4-2-3-1 è il sistema di riferimento con cui i Ducali affronteranno la Serie A 10 anni dopo il fallimento.

16. Roma, Daniele De Rossi: 4-2-3-1

Daniele De Rossi
AS Roma v Genoa CFC - Serie A TIM / Image Photo Agency/GettyImages

A Roma si è insediata da gennaio scorso quella leggenda che i tifosi giallorossi speravano diventasse, prima o poi, allenatore del club a cui ha cui ha regalato una carriera. Daniele De Rossi ha stupito nei primi mesi di gestione, risvegliando la squadra e aprendo spiragli per il futuro. L'ha fatto riproponendo principalmente la difesa 4, con diversi opzioni in avanti. Il sistema che potrebbe caratterizzare la stagione dei giallorossi sembra ora essere il 4-2-3-1.

17. Torino, Paolo Vanoli: 3-5-2

Paolo Vanoli
Venezia v Cremonese - Serie B / Image Photo Agency/GettyImages

Dopo Ivan Juric, il futuro granata si chiama Paolo Vanoli. Soltanto qualche settimana fa festeggiava la promozione in Serie A con il Venezia dopo l'arduo percorso nei Playoff, oggi è l'allenatore di un Torino ambisce a migliorarsi. Collaboratore tecnico di Antonio Conte con Italia, Chelsea e Inter, il suo sistema di riferimento è ovviamente il 3-5-2.

18. Udinese, Kosta Runjaic: 3-4-2-1

Kosta Runjaic coach of Legia seen during the Polish PKO...
Kosta Runjaic coach of Legia seen during the Polish PKO... / SOPA Images/GettyImages

L'Udinese ha compiuto una delle scelte più singolari dell'intero campionato italiano. Dopo la salvezza conquistata in extremis da Fabio Cannavaro ha deciso di separarsi dal tecnico Campione del Mondo nel 2006 per puntare su Kosta Runjaic, un allenatore cresciuto in Germania che ha sviluppato la sua recente carriera in Polonia. Nelle ultime due stagioni con il Legia Varsavia si è schierato principalmente con il 3-4-2-1, un sistema che in Friuli conoscono molto bene.

19. Venezia, Eusebio Di Francesco: 4-3-3

Eusebio Di Francesco
Frosinone Calcio v FC Internazionale - Serie A TIM / Image Photo Agency/GettyImages

Interrompere con il passato. Paolo Vanoli e il Venezia hanno esultato insieme, ma ora, proprio come accaduto nella passata stagione con il Frosinone e Fabio Grosso, la guida è passata a Eusebio Di Francesco. Un allenatore esperto nel proporre un bel gioco e nel valorizzare i giovani, che anche in Veneto potrebbe seguire la strada del 4-3-3.

20. Verona, Paolo Zanetti: 4-3-1-2

Paolo Zanetti
Empoli FC v Juventus - Serie A TIM / Gabriele Maltinti/GettyImages

Non sarà facile ripetere il miracolo compiuto da Marco Baroni, ma i tifosi dell'Hellas Verona sperano in una stagione più tranquilla per le sorti della propria squadra. Paolo Zanetti, ufficializzato circa un mese e mezzo fa, ha raccolto l'eredità del collega e, dopo aver sperimentato diversi assetti tra Venezia ed Empoli, potrebbe provare a schierarsi anche al Bentegodi con un 4-3-1-2 caratterizzato dal rombo a centrocampo.