Calcio estero

I primi trofei della stagione 2022/2023

Francesco Castorani
Community Shield al Liverpool
Community Shield al Liverpool / Harriet Lander/Copa/GettyImages
facebooktwitterreddit

Finalmente il calcio che conta, o quasi. No, non sono ancora ricominciati i campionati, occorrerà attendere un'altra settimana, o poco meno. L'antipasto però è stato servito, caldo per Klopp e Nagelsmann, un po' più freddo invece per Guardiola e Domenico Tedesco. Oggi sarà la volta di Galtier e Antoine Kombouaré, di PSG e Nantes che si affronteranno al Bloomfield Stadium di Tel Aviv alle 20:00 per stabilire la squadra vincitrice della Supercoppa di Francia.

Quella d'Inghilterra è andata al Liverpool dopo 16 anni di astinenza, quella di Germania è invece rimasta in Baviera per il terzo anno consecutivo. Per assegnare la Supercoppa di Spagna e d'Italia occorrerà attendere ancora qualche mese, ma come sono andati i primi match ufficiali della stagione negli altri paesi?

Lionel Messi, Neymar Jr
Messi / Masashi Hara/GettyImages

Liverpool - Manchester City 3-1 / FA Community Shield

Ormai un grande classico. Liverpool e City, Klopp e Guardiola. Chissà per quanti anni due degli allenatori più forti del pianeta continueranno a dominare il calcio inglese su quelle due panchine. La domanda è scomoda e, forse, sia i tifosi che gli appassionati preferiscono pensare al presente. Un presente che rende quella tra Liverpool e Manchester City, la sfida più interessante della stagione. Il primo atto si è consumato e ha visto trionfare i reds, dopo le cocenti delusione dello scorso maggio.

Le sfide a distanza tra Salah e De Bruyne, Nuñez e Haaland, le hanno vinte i primi due. Nel precampionato avevano forse fatto più fatica l'egiziano e l'uruguaiano, nella prima sfida per un titolo sono stati invece determinanti regalando a Klopp la prima medaglia. Una gara bella ed emozionante, con il cinismo dei reds e un remake della doppia sfida con il Real Madrid per Guardiola. Il pallone non ne voleva sapere di entrare neanche contro Adrian, portiere titolare al posto di Alisson.

Erling Haaland
Delusione Haaland / Harriet Lander/Copa/GettyImages

Tante occasioni per Mahrez, De Bruyne, Foden e soprattutto Haaland che ne ha fallite due clamorose da pochi passi, tra l'incredulità generale e la propria, manifestatasi con un sorriso amaro dopo il secondo errore. Il Liverpool l'ha sbloccata con TTA, che ci ha tenuto a zittire i tifosi, e l'ha chiusa con il rigore di Momo Salah, conquistato da Nuñez, e il 3-1 proprio dell'uruguaiano, di testa in tuffo dopo la sponda di Robertson. I motori sono quasi caldi, la Premier League è pronta a partire con la Pole Position che appartiene alle solite due.

Darwin Nunez, Fabio Carvalho
Esultanza dei Reds / Mike Hewitt/GettyImages

Lipsia - Bayern Monaco 3-5 / DFL-Supercup

Inizia la stagione tedesca e il primo trofeo va al Bayern Monaco. Niente di nuovo, ma quasi 100 minuti di follia per la prima gara ufficiale dei bavaresi e del Lipsia. 8 gol, quasi uno ogni 15 minuti e un finale pazzesco per regalare a Neuer il trentesimo trofeo della sua carriera.

Un inizio sconvolgente per il Lipsia. La rete d'apertura, chirurgica, del gioiellino Jamal Musiala, il primo tap-in ufficiale di Sadio Mane e il 3-0, già al primo tempo, siglato da Pavard su assist di Gnabry. Discorso chiuso con Halstenberg che prova a riaprirla accorciando le distanze, ma poco dopo Serge Gnabry allunga di nuovo. Sembra finita, il Bayern forse molla un po'. Nkunku trasforma dal dischetto e, poco prima del novantesimo lo spagnolo Dani Olmo porta il risultato sul 3-4.

Sadio Mane
Mané / Stefan Matzke - sampics/GettyImages

Il Lipsia si riversa in avanti e regala una prateria a Leroy Sane, imprendibile in campo aperto. Il 10 vola per decine di metri, si diverte con un paio di finte contro portiere e difensore e la chiude, a tempo scaduto, sul risultato di 5-3. Mancherà Lewandowski, l'ha chiarito pubblicamente anche Thomas Muller, ma intanto, nella prima stagionale, il Bayern non ha avuto alcuna difficoltà a livello realizzativo.

facebooktwitterreddit