Premier League

I pochi "superstiti" del Leicester di Ranieri dopo l'addio di Schmeichel

Francesco Castorani
Ranieri e Schmeichel
Ranieri e Schmeichel / ADRIAN DENNIS/GettyImages
facebooktwitterreddit

L'addio di Schmeichel al Leicester allontana ancora di più il ricordo della squadra dei miracoli in grado di scrivere la storia della Premier League. Ci fa rendere conto di quanto sia passato da quell'impresa storica che mai il tempo riuscirà a cancellare. La sorpresa della prima metà del campionato, lo stupore per la vetta a marzo e aprile, il dilly ding dilly dong per la matematica qualificazione in Champions League e infine la festa, cominciata a casa e terminata in piazza per celebrare un evento storico.

Sono passati 6 anni da quell'impresa. Diversi interpreti si sono ritirati, altri si trovano a chiudere la carriera in realtà minori, altri ancora hanno sfruttato quel trampolino per prendersi la scena nei Top club europei. I "superstiti" che fanno parte della rosa di Brendan Rodgers nella stagione che sta per cominciare, sono soltanto tre.

Daniel Amartey. Arrivato a gennaio di quel 2016, scese in campo soltanto 5 volte partecipando così alla vittoria della Premier. Il Leicester lo aveva pagato 6 milioni al Copenhagen ed è attualmente in rosa nonostante una carriera rovinata dagli infortuni e un contratto che scade il prossimo anno.

FBL-ENG-PR-LEICESTER-MAN CITY
Amartey / ADRIAN DENNIS/GettyImages

Marc Albrighton. Titolare inamovibile sulla corsia mancina, Marc Albrighton disputò tutte e 38 le partite della Premier League 2015-16. È a Leicester da otto anni, è vicino alle 300 presenze con le foxes e il suo contratto scadrà nel 2024.

Marc Albrighton
Albrighton / Catherine Ivill - AMA/GettyImages

Jamie Vardy. Uno dei tre tenori di quella vittoria in Premier League con N'golo Kante e Riyad Mahrez. In quella clamorosa stagione mise a segno 24 gol e si laureò Player of the Season. Non scende sotto la doppia cifra da 6 stagioni e nel 2019-20 ha vinto il titolo di capocannoniere del campionato; in quella seguente al titolo rifiutò l'Arsenal e con il Leicester è vicino alle 400 presenze. Ha 35 anni e il suo contratto scadrà nella prossima stagione.

Jamie Vardy, Claudio Ranieri
Vardy e Ranieri / Michael Regan/GettyImages

La formazione titolare di Claudio Ranieri era schierata con un classico 4-4-2. Scopriamo dove sono finiti gli altri interpreti di quella squadra che fece innamorare mezzo mondo.

Leicester 2015-16 XI: Schmeichel; Simpson, Morgan, Huth, Fuchs; Mahrez, Drinkwater, Kanté, Albrighton; Okazaki, Vardy. All. Claudio Ranieri.

Christian Fuchs
Fuchs / Jacob Kupferman/GettyImages

Schmeichel ha appena siglato un nuovo contratto che lo legherà al Nizza per i prossimi tre anni. Danny Simpson ha lasciato il Leicester nel 2019, anno dopo cui ha giocato pochissimo, ed è attualmente svincolato. La coppia di centrali composta da Robert Huth e Wes Morgan ha appeso gli scarpini al chiodo, rispettivamente nel 2018 e nel 2021. Il terzino austriaco Christian Fuchs dopo il Leicester ha scelto l'MLS in cui milita ancora ed è capitano del Charlotte.

Wes Morgan, Robert Huth
Morgan e Huth / Michael Regan/GettyImages

A centrocampo Danny Drinkwater e N'golo Kante sono volati verso Londra, con esiti completamente diversi. L'inglese, dopo continui prestiti, si è finalmente svincolato nella corrente stagione, il francese è uno dei centrocampisti più forti al mondo. Lo è anche Riyad Mahrez in una posizione diversa al Manchester City, mentre di Albrighton e Vardy abbiamo parlato sopra. Shinji Okazaki dopo Leicester ha scelto la Spagna, in cui ha militato con le maglie di Malaga, Huesca e Cartagena, e risulta attualmente svincolato.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit