Napoli

Gol e imprevedibilità: Mertens si riprende il Napoli

Giovanni Benvenuto
Dries Mertens
Dries Mertens / ALBERTO PIZZOLI/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il Napoli dovrà privarsi di Victor Osimhen: il centravanti non sarà a disposizione di Luciano Spalletti per tre mesi, con gli azzurri che dovranno adesso tenere il passo considerata anche la mancanza del bomber ex Lille in vista delle sfide future. Nel frattempo Dries Mertens sembrerebbe essere tornato il perno centrale dell'attacco.

La staffetta con Osimhen è appena cominciata. Dati alla mano, il nigeriano ha inanellato 9 gol in 14 presenze - secondo Transfermarkt - ma il Napoli adesso ha dalla sua parte un jolly in grado di non dare punti di riferimento alle retroguardie avversarie anziché avere un "raggio laser" pronto a colpire nel momento più opportuno.

Le ultime prove lasciano ben sperare: il belga (salito a quota 4 goal in campionato, 5 in stagione considerata anche l'Europa League) adesso avrà il compito di trascinare il gruppo, e la sfida dello scorso weekend con la Lazio - oltre al gol in trasferta contro il Sassuolo - culminata con un poker fa sorridere i tifosi. Un dato curioso? Il dinamismo e la precisione dal punto di vista realizzativo: 26 i gol segnati da fuori area da quando indossa la maglia del Napoli, ossia dalla stagione 2013/2014. Statistica ovviamente sottolineata dalla società azzurra.

Adesso per lui si presenta sul piatto d'argento una grande occasione, ovvero quella di non far sentire la mancanza del suo compagno di reparto Osimhen (fino a quando non si avranno nuove notizie su quest'ultimo). L'attaccante dovrebbe partire a gennaio per la Coppa d'Africa, ma il ko subito contro l'Inter e i lunghi tempi di recupero potrebbero renderlo indisponibile. Nel frattempo - a Castel Volturno - Spalletti sorride. Il Napoli ha il suo falso nueve, dinamico, imprevedibile e anche col fiuto del gol. Le magie del Napoli passano ora da un "folletto".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit