Juventus

Gol annullato alla Juve, Bonucci: "Fuorigioco? Non interferisco sulla visuale"

Stefano Bertocchi
Leonardo Bonucci
Leonardo Bonucci / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

Alla fine il 3-2 di Milik in Juve-Salernitana è stato annullato nel finale per fuorigioco di Leonardo Bonucci. Intervistato da DAZN, il difensore bianconero dice la sua sull'episodio che ha generato polemiche: "La spiegazione è stata che è stato rilevato fuorigioco attivo. Premesso che non ci sarebbe mai arrivato Sepe, la mia posizione non interferisce sul portiere e nemmeno sulla visuale, lo dice il regolamento. In più c'è il dubbio sulla posizione di Candreva. Il taglio dell'erba dice che è molto più basso, sembra tenga in gioco. Mi auguro che la sua posizione sia stata tenuta in conto. Non lo sapremo mai. A prescindere la posizione non è attiva, il difensore della Salernitana mi toglie la maglia. C'è molto da recriminare su questo ma se giochiamo come nel primo tempo non andiamo da nessuna parte, come il secondo possiamo giocarcela".

Leonardo Bonucci
Leonardo Bonucci / Jonathan Moscrop/GettyImages

"Da un paio di stagioni viviamo le partite sulle montagne russe - prosegue Bonucci -. Non è facile. Non si possono regalare un tempo o una parte a qualsiasi squadra e mettere in dubbio un risultato. Alla Juventus esiste soltanto la vittoria. Quando non siamo squadra facciamo fatica in tutto, sia quando abbiamo la palla che quando non ce l'abbiamo. La Juve vince quando ha mentalità, atteggiamento e voglia di essere squadra in ogni secondo della partita. Abbiamo cambiato tanto in questi anni. C'è stato il ricambio generazionale e ancora si fa fatica a capire il peso della maglia, in allenamento e in partita non possiamo permetterci di dare il massimo. Quello che lasciamo fuori strada lo paghiamo caro. Mi auguro che questa partita sia d'insegnamento perché dobbiamo arrivare ad avere una mentalità costante. In allenamento diamo tutto. Se c'è qualcosa che in questi mesi ho visto di diverso è l'atteggiamento in allenamento, in partita è diverso e lì dobbiamo fare uno step di crescita.La colpa non è di uno o dell'altro. In fase difensiva bisogna aiutarsi a vicenda. Tutti dobbiamo fare fase offensiva e difensiva. Stasera abbiamo preso due gol troppo facili per una squadra come la nostra, su quello dobbiamo lavorare e capire che ogni palla è la più importante, ci si deve sacrificare".

facebooktwitterreddit