Milan

Giroud: "Felice per i 300 gol in carriera. Sono ancora carico come Ibrahimovic"

Alessio Eremita
Olivier Giroud
Olivier Giroud / Marco Luzzani/GettyImages
facebooktwitterreddit

Olivier Giroud si è concesso ai microfoni di Telefoot per parlare della sua carriera e degli obiettivi futuri con il Milan. Ecco le dichiarazioni rilasciate dall'attaccante francese.

300 GOL IN CARRIERA - "E' motivo di orgoglio, 300 gol è un bel numero. Spero di non fermarmi qui. Sono stato felice di poterlo fare bene su un bell'assist di Leao. I gol più belli? Il tiro al volo in Francia-Svezia, la rovesciata con il Chelsea contro l'Atlético e un'altra rovesciata contro la Stella Rossa. Ci sono stati altri bei gol".

CHELSEA IN CHAMPIONS - "Spero in un caloroso benvenuto. Ho lasciato il club in buoni rapporti, come tutti gli altri club. Tornare con il Milan contro Chelsea è grandioso. Penso che sarà un bel momento".

Olivier Giroud
Olivier Giroud / Jonathan Moscrop/GettyImages

CONDIZIONE FISICA - "Ho ancora la motivazione, la determinazione. Penso che lo stato d'animo sia importante alla mia età (36), Vorrei continuare se il mio corpo me lo permette. Ne stavo discutendo con Ibra. Per lui è lo stesso, è ancora affamato".

MONDIALI - "Non so nulla onestamente, anche perché non sono l'allenatore. Ma ovviamente deve essere un obiettivo. Con la mia storia con la Francia, avere la possibilità di giocare un 3° Mondiale è una chance. Non dico che non ci penso, o che non è un obiettivo, sarebbe una sciocchezza. L'obiettivo numero 1 è la vita quotidiana con il Milan, la Francia è ancora un bonus. Se sarò campione del mondo per la seconda volta, dovrò fare qualcosa di un po' folle... Radermi la barba! È passato tanto tempo, sono passati quasi 8 anni".


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit