Juventus

Giovinco alla Juventus Academy di Toronto: quale sarà il suo compito

Mirko Maurizi
Sebastian Giovinco
Sebastian Giovinco / Vaughn Ridley/GettyImages
facebooktwitterreddit

Sebastian Giovinco torna alla Juventus. La Formica Atomica non farà parte della rosa di Massimiliano Allegri ma gli è stato offerto un posto nell'Academy bianconera a Toronto, dove contribuirà alla crescita dei giovani talenti locali.

Dopo Alex Del Piero a Los Angeles, ora anche Sebastian Giovinco, rimasto svincolato dopo l'esperienza deludente alla Sampdoria, verrà inviato come emissario della Juve in un continente che negli ultimi anni sta attraversando una forte crescita in ambito calcistico.

La mission dell'Academy bianconera a Toronto e il ruolo di Giovinco

La Juventus annunciò l'apertura di un suo avamposto in Canada nel novembre del 2017, ma l'inaugurazione si tenne solo agli inizi del 2018. Attraverso l'Academy di Toronto, il club bianconero ha voluto espandere e consolidare la rete globale di cui si serve per scovare nuovi talenti in giro per il mondo. Sul sito ufficiale si legge chiaramente qual è lo scopo e il modus operandi del centro sportivo:

"Juventus Academy Toronto punta ad aiutare i giovani calciatori a muovere i primi passi nel mondo del calcio educandoli alla metodologia Juventus, conosciuta come una delle migliori al mondo e seguita in oltre 80 paesi.

Composta esclusivamente da professionisti di alto livello che forniscono la migliore esperienza dentro e fuori dal campo, Juventus Academy Toronto dispone di un team di allenatori, appositamente selezionati per il loro entusiasmo e le loro qualifiche.

Ogni 6-8 settimane, il nostro Area Manager designato della Juventus visita l'Academy per lavorare al fianco del nostro Direttore Tecnico e degli Allenatori, coordinando attività e sessioni di allenamento, allenando gli allenatori e anche osservando i nostri giocatori".

Giovinco ricoprirà dunque il ruolo di rappresentante della Juventus sul territorio canadese e si occuperà di seguire da vicino i tanti giovani che scelgono l'academy per iniziare a dare i primi calci a un pallone. I bianconeri hanno scelto la Formica Atomica per via della sua forte conoscenza sia del sistema calcistico della MLS sia della città di Toronto.

L'importanza di investire nel continente americano

Con la nomina di Giovinco, la Juventus dimostra di aver compreso quanto Canada e Stati Uniti rappresentino una miniera d'oro per i talenti del futuro. L'MLS è un campionato che pian piano sta guadagnando visibilità e gli acquisti di giocatori come Bernardeschi, Insigne, Bale e Higuain non hanno fatto che attirare l'interesse del Vecchio Continente.

Se in passato il campionato americano era considerato il "cimitero degli elefanti" per quei calciatori che cercavano solo guadagni facili a fine carriera, adesso sono sempre di più i giovani promettenti che si formano nei settori giovanili a stelle e strisce per poi tentare la fortuna nel calcio che conta in Europa.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit