Juventus

Giochiamo in anticipo Malmö-Juventus: primo match stagionale dei bianconeri in Champions League

Andrea Gigante
Juventus FC
Juventus FC / Daniele Badolato - Juventus FC/Getty Images
facebooktwitterreddit

La Champions League sta per fare il suo ritorno e tutti noi siamo in attesa di vedere come si comporteranno i quattro club italiani coinvolti in quello che è il torneo più spettacolare del mondo. Gran parte della curiosità è però per la Juventus che nelle ultime settimane sta vivendo un periodo decisamente complicato.

I bianconeri hanno infatti raccolto solo 1 punto in tre partite, mostrando non solo un gioco sterile, ma molti errori individuali che stanno compromettendo l'inizio di stagione. Nel suo esordio in Champions, i ragazzi di Allegri troveranno il Malmö, club di quarta fascia del girone H, contro il quale ci si aspetta una risposta netta.

Noi di 90min abbiamo provato a giocare in anticipo Malmö-Juventus.

I punti di forza del Malmö

Jo Inge Berget
Non è il Manchester City / Lars Dareberg/Getty Images

Apparentemente, il Malmö sembra una squadra ampiamente alla portata della Juve, ma nel calcio di oggi non bisogna mai dare niente per scontato. Soprattutto considerando che se la stagione dei bianconeri è appena iniziata, quella degli svedesi è già da un pezzo nel vivo. Nell'Allsvenskan, gli Himmelsblått (gli Azzurri) sono attualmente terzi quando mancano dodici partite alla fine del campionato.

Quello del Malmö è un gioco consolidato ormai da mesi, uno stile che si basa molto sulla fisicità e l'atletismo degli interpreti, anche se non mancano talenti come Antonio Colak e Ola Toivonen. Quest'ultimo sembra soffrire i problemi legati all'età, ma quando scende in campo è il leader tecnico dei suoi.

I punti di forza della Juventus

Paulo Dybala
I bianconeri / Alessandro Sabattini/Getty Images

Non dobbiamo essere di certo noi a dirvi che la Juventus è più forte del Malmö prima di tutto perché ha giocatori molto più forti. Anche se i bianconeri non stanno sfoggiando il loro gioco migliore (ed è un eufemismo), potrebbero tranquillamente avere la meglio grazie alle giocate individuali di Dybala, Morata, Cuadrado, Locatelli... giusto per dirne alcuni.

A parte questo, il fattore su cui Massimiliano Allegri dovrebbe fare più leva è l'orgoglio dei suoi giocatori. La Juventus non è squadra da 1 punto in tre partite e se vuole dimostrare di poter competere ad alti livelli, deve tornare alla vittoria il prima possibile. Il tecnico si aspetterà una reazione eloquente da Szczesny, il più deludente fino ad ora, ma anche da Rabiot, dal quale ha sempre detto di pretendere molto.

I precedenti tra Malmö e Juventus

Malmö e Juventus si affrontano per la terza volta nella loro storia. I due precedenti risalgono alla fase a gironi della Champions League 2014/15 e in entrambe le occasioni i bianconeri hanno avuto la meglio per 2-0.

L'umore dell'ambiente juventino appare lo stesso. Nel 2014 i tifosi erano ancora scossi per l'addio di Conte e l'avvio di Allegri non era stato eccezionale. La sfida con gli svedesi - la prima di Max in Champions coi bianconeri - è servita come punto di partenza per i successi futuri e il tecnico toscano spera che la storia possa ripetersi.

I duelli decisivi

Per compensare all'inferiorità tecnica, è probabile che il Malmö faccia affidamento sulla fisicità, rendendo così la partita ricca di contrasti. Decisivi saranno allora gli scontri in mezzo al campo e le seconde palle, che la Juve deve necessariamente conquistare per proiettarsi in avanti e risultare pericolosa.

Importante sarà poi la spinta dei terzini per supportare la manovra offensiva. Il Malmo non tenterà molti attacchi e costringere gli esterni a ripiegare per inseguire Cuadrado e Alex Sandro annienterebbe definitivamente ogni velleità degli svedesi.

Chi può decidere Malmö e Juventus

Alvaro Morata
Alvaro Morata / Daniele Badolato - Juventus FC/Getty Images

Senza Chiesa e con Dybala che fatica ancora a ritrovare lo smalto, il peso dell'attacco cadrà tutto sulle spalle di Alvaro Morata. Lo spagnolo non è uno di quegli attaccanti che si abbassa per dialogare con i compagni, ma è un ottimo finalizzatore in zona gol. L'ex giocatore di Chelsea e Real Madrid è anche bravo nell'intuire l'errore degli avversari e a credere su ogni pallone.

La possibile sorpresa di Malmö-Juventus

Dejan Kulusevski
Dejan Kulusevski / Jonathan Moscrop/Getty Images

Con la Juventus non ha ancora fatto vedere il suo talento, ma in Nazionale è sempre uno dei più positivi. Chissà, magari Kulusevski l'aria della sua Svezia potrebbe far bene. A parte gli scherzi, l'esterno ha già disputato una buona partita contro il Napoli e a Malmö è chiamato a confermare il trend positivo.


Segui 90min su Instagram e Twitch!

facebooktwitterreddit