Primo Piano

I giocatori nati dal '95 in poi con più presenze in A: l'analisi e il trend in Europa

Francesco Castorani
Atalanta BC v SS Lazio - Serie A
Atalanta BC v SS Lazio - Serie A / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

Giocatori ormai maturi nella fase migliore della propria carriera. A 27 anni hanno avuto tempo e modo di farsi conoscere e apprezzare in Serie A ed essere anche attenzionati all'estero. In totale sono in sei ad aver superato le 200 presenze nel massimo campionato italiano. A restare fuori dalle prime cinque posizioni Lorenzo Pellegrini, capitano della Roma con cui ha alzato un trofeo europeo nella passata stagione. Chi sono gli altri?

1. Alessio Romagnoli - 250 presenze

Alessio Romagnoli
SS Lazio v Spezia Calcio - Serie A / Marco Rosi - SS Lazio/GettyImages

Ha esordito in un Roma-Milan di Serie A con Zdenek Zeman in panchina e la maglia giallorossa nel 2012. Poco più di 200 presenze e 10 anni più tardi ha vinto il campionato con i rossoneri con la fascia al braccio, nonostante nella seconda parte di stagione abbia perso il posto da titolare. A giugno ha scelto di non rinnovare per tornare vicino casa, alla Lazio, squadra di cui è tifoso. Con Sarri ha ricominciato a rendere ad alti livelli (i biancocelesti sono la miglior difesa del campionato).

2. Sergej Milinkovic-Savic - 242 presenze

Sergej Milinkovic-Savic
Atalanta BC v SS Lazio - Serie A / Jonathan Moscrop/GettyImages

È il secondo giocatore serbo per valore di mercato Transfermarkt, il sesto tra i classe 1995 di tutto il mondo. L'esordio nel nostro campionato è arrivato a 20 anni con Pioli in panchina in un Lazio-Bologna del 2015 vinto 2-1 dai capitolini. Da anni domina la scena del calcio italiano come miglior centrocampista e tutte le presenze in Serie A sono ovviamente con la maglia biancoceleste. È un idolo della tifoseria anche per la scelta ogni anno di proseguire con la Lazio, nonostante l'interesse di diversi club europei.

3. Milan Skriniar - 221 presenze

Milan Skriniar
FC Internazionale v Viktoria Plzen: Group C - UEFA Champions League / Giuseppe Bellini/GettyImages

Più di 200 presenze con due club, Sampdoria e Inter. Con il club genoano MIlan Skriniar ha esordito in Serie A nell'aprile del 2016 con Vincenzo Montella in panchina in un Sampdoria-Lazio vinto 2-1 dai blucerchiati. Una stagione e mezzo dopo si è legato all'Inter, di cui è il leader difensivo e qualche volta anche il capitano. In estate i rumor su un trasferimento al PSG, sfumati definitivamente con la chiusura del calciomercato.

4. Bryan Cristante - 211 presenze

Bryan Cristante
Real Betis v AS Roma: Group C - UEFA Europa League / Fran Santiago/GettyImages

Percorso un po' più articolato per Bryan Cristante. Il centrocampista oggi della Roma ha esordito in Champions League sedicenne, con il Milan di Massimiliano Allegri nel 2011. La prima in Serie A è arrivata invece un paio d'anni dopo, in un Chievo-Milan terminato 0-0. Cristante ha rischiato di allontanarsi definitivamente dall'Italia con il trasferimento al Benfica, ma poi è subito tornato per disputare il massimo campionato con le maglie di Palermo, Pescara, Atalanta e Roma, con cui ha collezionato il maggior numero di presenze.

5. Nicolò Barella - 210 presenze

Nicolo' Barella
FC Internazionale v Viktoria Plzen: Group C - UEFA Champions League / Giuseppe Bellini/GettyImages

L'esordio in Serie A a 18 anni con la maglia del Cagliari. Poi la retrocessione, il Como e il ritorno da protagonista in Sardegna, prima di essere comprato dalla squadra nerazzurra. È tra i valori assoluti dell'Inter e della Nazionale. Le presenze collezionate in Serie A con la squadra milanese sono già più di quelle con il Cagliari e il suo livello è cresciuto a dismisura.

Trend in Europa

Che succede negli altri campionati? Quante presenze hanno collezionato i giocatori nati dopo il 1995?

Partiamo dalla Premier League in cui l'unico calciatore ad aver superato le 200 presenze è Marcus Rashford, classe 1997. Seguono Pierre-Emile Hojbjerg (194), Richarlison (182), Declan Rice (179) e Demarai Gray (179). Liga più simile al nostro campionato con ben 4 interpreti sopra le 200 presenze e protagonisti nei rispettivi club. Guida Angel Correa con 248 presenze, a seguire José Gaya (240), Mikel Oyarzabal (224), Marco Asensio (201) e José Maria Gimenez (183).

Marcus Rashford
Chelsea FC v Manchester United - Premier League / Visionhaus/GettyImages

In Bundesliga tutti con 200 presenze o più: domina Julian Brandt con 271 presenze, seguono Niklas Sule e Timo Werner, entrambi a 230, poi Jonathan Tah con 221 e Leon Goretzka a 220. In Ligue 1 è l'ex portiere Alban Lafont a guidare la classifica con 213 presenze, al secondo posto Ludovic Blas a 210, segue Jonathan Bamba con 203. Fuori dal podio Kylian Mbappé che ha già raggiunto le 194 presenze, così come Marcus Coco, due anni più grande.


Segui 90min su YouTube

facebooktwitterreddit