Roma

Un giocatore della Roma sarebbe no-vax: pressing del club per convincerlo

Alessio Eremita
Roma
Roma / Emilio Andreoli/GettyImages
facebooktwitterreddit

Il ciclone Covid è tornato ad abbattersi sulla Serie A. Gli ultimi, in ordine di tempo, a essere stati contagiati sono due calciatori della Roma: "L’AS Roma comunica che, a seguito dei controlli svolti attraverso i tamponi molecolari dopo la pausa delle attività della Prima Squadra, due calciatori - vaccinati - sono risultati positivi al COVID-19. Le autorità sanitarie competenti sono state immediatamente informate. I calciatori stanno bene e si trovano in isolamento domiciliare". Uno di questi è Borja Mayoral, che ha voluto rassicurare i tifosi giallorossi su Instagram: "Ciao a tutti, oggi mi hanno comunicato di essere positivo al Covid-19. Io sto bene, sono isolato a casa e sto seguendo tutti i protocolli. Nel frattempo mi alleno in casa in attesa di poter tornare con la squadra".

Jose Mourinho
José Mourinho / Silvia Lore/GettyImages

La preoccupazione in casa romanista cresce, perché all'interno della rosa di José Mourinho è presente un calciatore no-vax che, a partire dal prossimo 10 gennaio, non potrà più allenarsi a Trigoria né prendere parte alle gare ufficiali di Serie A. Sono queste le nuove disposizioni del Governo per gli atleti professionisti che praticano attività all'aperto. Di conseguenza, , come riportato da Il Tempo, la Roma è al lavoro per convincere il proprio tesserato a sottoporsi alla prima dose di vaccino e ottenere così il super green pass che gli darebbe accesso ai campi di allenamento.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit