La Liga

Gennaro Gattuso e il Valencia, ripartire insieme

Francesco Castorani
Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso / MARCO BERTORELLO/GettyImages
facebooktwitterreddit

Gattuso riparte dal Valencia e il Valencia riparte da Gennaro Gattuso. Un'idea interessante, un'avventura nuova per il tecnico italiano, alla sua terza esperienza esperienza europea, 8 anni dopo l'ultima volta. Sion e OFI Creta agli albori della sua carriera da tecnico, Gennaro Gattuso diventerà il terzo allenatore italiano della storia del Valencia, dopo Claudio Ranieri e Cesare Prandelli.

L'allentore di Corigliano Calabro è stato fermo una stagione, stop legato alla vicenda Fiorentina, e a 44 anni è in uno dei momenti più importanti della sua carriera. Con il Valencia sembra abbia firmato un contratto biennale fino al 2024 a 3 milioni a stagione più eventuali bonus in caso alla vittoria della Liga o a piazzamenti europei.

Cosa trova a Valencia?

Peter Lim, Cherie Lim, Anil Murthy
Peter Lim, Cherie Lim, Anil Murthy / Quality Sport Images/GettyImages

Una situazione burrascosa. È di pochi giorni fa l'annuncio del sollevamento dall'incarico di presidente di Anil Murthy, figura controversa promossa da Peter Lim a Presidente negli anni più oscuri della storia recente del Valencia. Murthy si è reso protagonista dello smembramento della squadra dalla finale di Copa del Rey (vinta con il Barcellona) a oggi, con la vendita di pezzi pregiati come Ferran Torres e Rodrigo, della cessione di simboli come Dani Parejo e giocatori importanti come Coquelin e Kondogbia.

Protagonista delle scelte e poi dell'abbandono dal punto di vista del mercato di allenatori come Celades, Javi Gracia e Bordalas. La separazione è avvenuta a causa di alcuni audio, pubblicati da Superdeporte, in cui Murthy sosteneva di aver già venduto Gonçalo Guedes e Maxi Gomez, le due stelle del club, e che solo l'opposizione di Lim l'aveva frenato dal completare le operazioni.

Goncalo Guedes, Maximiliano Gomez
Goncalo Guedes, Maximiliano Gomez / Aitor Alcalde/GettyImages

I tifosi del Valencia, club con più di 100 anni di storia nella Liga, protestano da diverso tempo contro Lim e Murthy, ma i toni nel finale di questa stagione si sono oltremodo scaldati, portando la frangia più calorosa della aficion a protestare duramente durante l'ultima di campionato contro il Celta Vigo.

Gattuso può essere la scommessa giusta per il club, con dei rischi. Il tecnico calabrese ha un carattere molto forte e raramente ha fatto da scudo per il club. È un uomo di campo, trasparente e spontaneo nelle interviste. E a Valencia, dal punto di vista sportivo, la situazione non è rosea.

Gli ultimi piazzamenti dei pipistrelli nel post Marcelino recitano due none posizioni e un tredicesimo posto. Piazze in cui il club del Mestalla non è abituato a stare e la pazienza è già al limite. Gennaro Gattuso trova una rosa giovane (la più giovane del campionato con 24.4 media età) e un progetto con un grande punto interrogativo sul presente e futuro.

Servirà un instant team per raggiungere subito una posizione europea e non è escluso che uno dei gioielli del Valencia possa essere venduto già in questa stagione (Gaya, Guedes, C. Soler o Maxi Gomez).

Hugo Duro
Hugo Duro / Aitor Alcalde Colomer/GettyImages

Immaginiamo un probabile undici del Valencia nella prossima stagione.
VALENCIA Probabile XI (4-2-3-1): Mamardashvili; Correia, Diakhaby, Paulista, Gaya; Guillamon, Musah/Racic; Hugo Duro, Soler, Guedes; Maxi Gomez. All. Gattuso

facebooktwitterreddit