Opinioni

Gasp e la maledizione Inter: tra la parentesi infelice e una vittoria tabù

Niccolò Mariotto
Gian Piero Gasperini
Gian Piero Gasperini / Nicolò Campo/Getty Images
facebooktwitterreddit

Oltre ad essere una partita molto importante in termini di classifica, quella di questa sera tra l'Inter e l'Atalanta è una partita dal sapore speciale per Gian Piero Gasperini.

Gian Piero Gasperini
Gian Piero Gasperini / Nicolò Campo/Getty Images

Il tecnico della Dea sfida il suo passato nonché una squadra contro la quale non è mai riuscito a vincere a San Siro da quando siede sulla panchina della formazione bergamasca. Il rapporto tra Gasperini e l'Inter è complicato e lo tormenta parecchio: tutto ha inizio nella stagione 2011/2012 quando il tecnico torinese approda in nerazzurro ma viene esonerato dopo appena 5 gare tra campionato e coppe a causa degli scarsi risultati messi assieme. Fatale è il KO con il neo-promosso Novara: al suo posto arriva Ranieri.

Gasperini dopo la deludente esperienza all'Inter ha ricostruito sapientemente la propria carriera fino ad arrivare all'Atalanta, che guida già da 6 anni. Con i nerazzurri il tecnico di Grugliasco si sta togliendo soddisfazioni enormi ma con l'Inter il rapporto resta ancora difficile. Da quando guida la Dea infatti, il classe 1958 non è mai riuscito a battere la sua vecchia squadra a San Siro: in 6 anni ha messo insieme 2 pareggi e 3 sconfitte (tra cui anche un pesante 7-1 nella stagione 2016/17).

Gian Piero Gasperini
Gian Piero Gasperini / OLIVIER MORIN/Getty Images

Quello con l'Inter a San Siro è un vero e proprio tabù per Gasperini: il tecnico riuscirà finalmente a sfatarlo al sesto tentativo e a levarsi questo peso dalle spalle ? Parola al campo.


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

facebooktwitterreddit