Juventus

Galeone: "La Juve ha una rosa non assemblata bene. Morata deve svegliarsi. Allegri punti sulla Champions"

Antonio Parrotto
Paulo Dybala, Juan Cuadrado, Daniele Rugani, Luca Pellegrini
Paulo Dybala, Juan Cuadrado, Daniele Rugani, Luca Pellegrini / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

Giovanni Galeone, mentore di Massimiliano Allegri, ha parlato alla Gazzetta dello Sport in vista della sfida tra la Juventus e la Lazio di questa sera. L'ex tecnico ha parlato del duello Sarri-Allegri e del momento dei bianconeri.

Sarri vs Allegri?
“Confesso che una volta ho tifato per Sarri e non per Max quando erano avversari, erano i tempi del derby Aglianese-Sangiovannese, io ho allenato lì e al cuore non si comanda”.

Si aspetta un’Allegrata?
"Non ce ne sarà bisogno. La Juve è più forte, anche se la Lazio a centrocampo ha due giocatori che io vorrei sempre: Milinkovic e Luis Alberto. Sarri all’inizio non lo faceva giocare, però Luis Alberto gli ha risolto un sacco di problemi”.

Le due mediane a confronto?
“Diciamo che Allegri fatica a trovare le posizioni giuste agli uomini che ha. Locatelli è un ottimo giocatore e io aspetto sempre l’esplosione di Rabiot, che al Psg mi conquistò. Rubava palla, era bravo nei contrasti e s’inseriva, tutte caratteristiche ideali per me e per Max. Ora purtroppo non è più lo stesso. Fare il quarto di sinistra lo penalizza, ma Allegri ha tanti esterni di destra e quasi nessuno che può stare sulla corsia mancina. La rosa non è assemblata benissimo”. 

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri / Marco Canoniero/GettyImages

L'attacco?
“Adesso però deve svegliarsi Morata. L’attacco è un problema: senza CR7 bisognava prendere uno alla Vlahovic”.

Difficoltà?
“Conosco Max, so che è bravo e ho molta fiducia in lui, perciò pensavo che potesse riuscire prima a risolvere i problemi. Però oggettivamente ha trovato una situazione complicata. Il valore della rosa non si discute, ma non è facile farli coesistere. Non dimentichiamo che la Juve lo scorso anno è arrivata quarta anche per demeriti del Napoli”.

Champions a rischio?
"No, insieme a Napoli, Milan e Inter nella mia griglia c’è la Juve. A proposito di Champions, credo che Allegri debba puntare molto sull’Europa. Lui tra Milan e Juve si è sempre qualificato per gli ottavi e se arriva tra le prime 8 può succedere di tutto…”.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit