Serie A

Follia Karsdorp, papera Rui: la Roma crolla malamente a Udine

Francesco Castorani
Udinese Calcio v AS Roma - Serie A
Udinese Calcio v AS Roma - Serie A / Emmanuele Ciancaglini/GettyImages
facebooktwitterreddit

La Roma visita Udine e la Dacia Arena nel match della domenica sera di Serie A. Quinta giornata ostica per i bianconeri di Sottil che ospitano i giallorossi di José Mourinho in scia e imbattuti dopo i primi quattro turni. Mourinho conferma il classico blocco centrale e sulle fasce opta per Karsdorp e Spinazzola, al posto di Zalewski e Celik. Sottil risponde con uno schieramento simile: al centro della difesa ancora Bijol, sulla destra nuovamente Pereyra, nel trio di centrocampisti Samardzic con Success al posto di Beto in coppia con Deulofeu.

Una gara sulla carta equilibrata lo diventa ancora di più al quinto minuto di gioco grazie al regalo di Karsdorp per Udogie che porta in vantaggio l'Udinese. La Roma risponde con troppa timidezza e all'inizio del secondo tempo il raddoppio non è ancora maturo, ma arriva lo stesso grazie a un determinante errore individuale dei giallorossi. Rui Patricio si fa piegare i guantoni da un tiro velleitario di Samardzic e i friulani si portano sul 2-0. Il 3-0 di Pereyra è una magia, il 4-0 di Lovric arriva per punire una Roma disorganizzata e già sotto la doccia in queste situazioni. I giallorossi crollano malamente alla Dacia Arena.

La chiave tattica di Udinese - Roma

In Friuli la gara si apre subito con la discesa di Paulo Dybala che sfiora il vantaggio dopo nemmeno 30 secondi. La Roma sembra scesa in campo con la testa giusta contro un avversario in trasferta storicamente ostico peri i giallorossi, ma dopo una manciata di minuti una follia individuale mette in salita la strada della squadra di Mourinho.

Rick Karsdorp
AS Roma v US Cremonese - Serie A / Giuseppe Bellini/GettyImages

Una manovra dell'Udinese libera Pereyra a destra, il 37 crossa di prima sul secondo palo, Karsdorp legge e decide di appoggiare di petto per Rui Patricio. Una follia all'interno dell'area di rigore sulla quale si avventa Destiny Udogie per il vantaggio a sorpresa dei friulani. La Roma, scossa da un errore così ingenuo e sotto nel punteggio, subisce il contraccolpo, ma prova a riorganizzarsi affidando la maggior parte delle azioni offensive a Paulo Dybala.

Le trame della Roma sono lente e gli unici pericoli arrivano dalle palle inattive. L'Udinese gestisce con sapienza e prova a mettere in difficoltà i giallorossi con gli spunti di Pereyra, Deulofeu e Success. Il primo tempo sorride ai friulani e si chiude sul parziale di 1-0. Nella seconda parte Sottil, che ha dovuto inserire Ebosse per Bijol per infortunio, non cambia nessuno; Mourinho prova a spingere sull'acceleratore e lascia nello spogliatoio Karsdorp e Cristante per Celik e Belotti.

Fabio Maresca, Andrea Belotti, Zeki Celik, Lorenzo Pellegrini, Roberto Pereyra
Udinese Calcio v AS Roma - Serie A / Emmanuele Ciancaglini/GettyImages

I cambi non danno alla Roma la scossa sperata nei primi 10 minuti della seconda frazione. Celik reclama un rigore, ma succede poco altro prima dell'altro grande errore della serata. È l'Udinese a prendere campo e portare Samardzic al tiro da una zona interessante; la conclusione è quasi centrale e Rui Patricio si fa sorprendere da un rimbalzo leggibile regalando ai friulani il raddoppio e rendendo quasi impossibile la rimonta dei giallorossi.

Udinese Calcio v AS Roma - Serie A
Udinese Calcio v AS Roma - Serie A / Timothy Rogers/GettyImages

Pensieri di rimonta che si trasformano ben presto in tutt'altro per la Roma. Alla prima buona occasione i bianconeri triplicano con una magia del Tucu Pereyra. Sembra finita, ma qualche minuto più tardi la squadra di Sottil si toglie lo sfizio del quarto gol con Lovric, punendo una Roma colpevolmente con la testa altrove e portando a casa i tre punti e una vittoria storica.

L'Episodio della partita

Destiny Udogie
Udinese Calcio v AS Roma - Serie A / Emmanuele Ciancaglini/GettyImages

Un errore inspiegabile che indirizza in maniera determinante la gara di José Mourinho. I suoi compagni condividono le colpe della figuraccia finale e dell'incapacità di venir fuori con ordine da situazioni di svantaggio. Il pensiero però di appoggiare di petto al portiere con il dubbio di avere Udogie o no alle spalle rende l'episodio di Karsdorp sul primo gol il più grave della gara.

Le pagelle dei giallorossi

Roma, 3-4-2-1. Rui Patricio 4.5; Mancini 5.5 (Dal 65' Zalewski 5.5), Smalling 5.5, Ibanez 5.5; Karsdorp 4 (Dal 46' Celik 6), Cristante 5 (Dal 46' Belotti 5.5), Matic 6, Spinazzola 5; Pellegrini 5 (Dall'81 Camara sv), Dybala 6.5; Abraham 5 (Dal 76' Shomurodov sv). All: José Mourinho

Abraham 5 - Nel primo tempo cerca giocate troppo difficili e non aiuta la Roma a risalire il campo, nel secondo il suo apporto non cambia. (Dal 76' Shomurodov sv)

Dybala 6.5 - È l'unico tra i giallorossi che prova ad accendere la luce e anche l'unico che nei primi 45 di gara sfiora il gol. Continua nella seconda parte, ma nella serata storta dei giallorossi non c'è nessuno ad aiutarlo.

Karsdorp 4 - Una follia regala a Udogie la rete del vantaggio che condiziona pesantemente la gara dei giallorossi. La sua trasferta dura un tempo. (Dal 46' Celik 6, entra con il piglio giusto, ma l'intervento al limite di Becao smorza un'occasione importante, poi poco altro).

Pellegrini 5 - Ingabbiato tra difesa e centrocampo dell'Udinese, dovrebbe sfruttare questa situazione a suo favore. Si vede poco e i palloni che gli arrivano li spreca. (Dall'81' Camara sv)

Rui Patricio 4.5 - Dopo mesi di ottime prestazioni sbaglia anche lui e in modo decisivo. Il tiro di Samardzic è forte e centrale, ma il portoghese devia nella sua porta, invece che respingere.

Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit