Fiorentina

"La Fiorentina fu a un passo da Maradona, van Basten e Rummenigge". La rivelazione

Alessio Eremita
Diego Maradona
Diego Maradona / Getty Images/Getty Images
facebooktwitterreddit

Ranieri Pontello, ex presidente della Fiorentina, ha raccontato alcuni retroscena legati alla sua esperienza in viola. Le dichiarazioni ai microfoni di Lady Radio.

FIORENTINA - “La mia famiglia acquistò la Fiorentina quando mio padre decise di far qualcosa per la città di Firenze: fu un’incredibile pazzia quella. Quando me lo chiese, nonostante i miei impegni lavorativi che mi trattenevano spesso in Australia, accettai di farlo perché a lui non si poteva dire di no. Ho tanti ricordi di quegli anni a Firenze, ovviamente mi terrò stretti quelli belli e cercherò di dimenticare quelli brutti".

FBL-ITA-SERIE-BRESCIA-FIORENTINA
Fiorentina / MIGUEL MEDINA/Getty Images

RIMPIANTI - "Senza dubbio uno di questi è Maradona: lo seguivamo da tempo, tanto che andai personalmente a vederlo giocare quando era ancora in Argentina. Qualche anno dopo prima che intervenisse il Milan avevamo quasi preso Van Basten, anche se il più vicino di tutti a vestire la maglia della Fiorentina è stato Rummenigge".

BERTONI E DE SISTI - "Perché Bertoni e non Kempes? In quel periodo ero in Australia, sinceramente non mi ricordo i motivi per cui arrivò Bertoni. Devo dire che non c’è andata affatto male. Perchè De Sisti allenatore? L’idea venne a Tito Corsi in un momento in cui la squadra stava andando molto male su tutti i fronti. In quel momento serviva un nome che ci riavvicinasse alla città e ai tifosi”.


Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità. 

facebooktwitterreddit