Champions League

Finale di Champions League 2022: orario, dove vederla in diretta TV e streaming LIVE

Andrea Gigante
UEFA Champions League
UEFA Champions League / Denis Doyle/GettyImages
facebooktwitterreddit

Manca poco alla partita più attesa dell'anno: la finale di Champions League. Ancora un po' di pazienza e scopriremo chi tra Liverpool e Real Madrid alzerà al cielo il trofeo più importante d'Europa.

Nell'attesa, ecco tutte le informazioni utili per seguire la finalissima.

Dove e quando si gioca Liverpool - Real Madrid

Liverpool - Real Madrid si giocherà sabato 28 maggio 2022 allo Stade de France di Parigi. Il fischio d'inizio è in programma alle ore 21.00. La finale doveva inizialmente tenersi a San Pietroburgo, ma, dopo l'invasione dell'Ucraina da parte del governo russo, l'UEFA ha deciso di cambiare la sede della finale di Champions League.

Partita: Liverpool-Real Madrid
Data: 28 maggio 2022
Orario: 21.00
Stadio: Stade de France.

Dove è possibile vedere la finale di Champions League

Naturalmente, uno degli eventi sportivi più famosi al mondo non poteva che godere di una copertura mediatica ampissima. Ci saranno infatti diverse emittenti a trasmettere la finale di Champions. Il modo più semplice sarà sintonizzarsi su Canale 5 (numero 5 del digitale terrestre) che trasmetterà l'incontro in chiaro. L'alternativa è quella di seguire la diretta tv di Liverpool-Real Madrid su Sky (canali ancora da confermare).

Qualora non foste a casa, potrete comunque seguire la partita in streaming su PC, tablet o smartphone. Vi basterà sintonizzarvi su Mediaset Infinity e, previa registrazione gratuita, vi godrete lo spettacolo della Champions League. Per assistere all'incontro sui canali Sky potrete scaricare l'app Sky Go o Now TV. Bisogna ricordare che la finale non verrà trasmessa da Amazon Prime Video.

Canale tv: Canale 5, Sky (canali da confermare)
Streaming: Mediaset Infinity, Sky Go, Now TV

Il cammino del Liverpool

Sadio Mane, Mohamed Salah, Virgil Van Dijk, Fabio Hernique Tavares "Fabinho", Luis Diaz
Liverpool / Quality Sport Images/GettyImages

Quello del Liverpool verso la finale di Champions League è stato un cammino trionfale, un percorso in cui poche squadre hanno dimostrato di poter mettere in difficoltà gli uomini di Jurgen Klopp. Eppure, lo scorso settembre pensavamo tutti che i Reds avrebbero faticato in un girone composto da Atletico Madrid, Porto e Milan. Invece, Salah e compagni ci hanno smentiti raccogliendo 6 vittorie in altrettante partite e chiudendo la prima fase del torneo a punteggio pieno.

Dopo aver fatto fuori i rossoneri, il Liverpool se l'è vista con un'altra italiana agli ottavi di finale. Con il senno di poi, l'Inter è stata l'unica squadra ad aver messo in difficoltà i Reds che, dopo il successo per 2-0 a San Siro, hanno perso 1-0 tra le mura amiche di Anfield. Nel doppio confronto sono stati però gli inglesi ad avere la meglio.

Nessun problema invece ai quarti, dove nulla ha potuto il Benfica con la supremazia tecnica dei ragazzi di Klopp, che hanno vinto 3-1 in Portogallo e pareggiato con un pirotecnico 3-3 al ritorno. Sembrava essersi messa in discesa anche la semifinale, dato che nel match di andata il Liverpool ha sconfitto con un netto 2-0 il Villarreal. Nella sfida del De La Ceramica gli spagnoli hanno però tirato fuori l'orgoglio e nel primo tempo sono riusciti a pareggiare i conti, salvo poi arrendersi alla remuntada dei Reds che nella ripresa hanno segnato 3 gol, qualificandosi alla finale di Parigi.

Il cammino del Real Madrid

Real Madrid v Manchester City - UEFA Champions League
Real Madrid / Anadolu Agency/GettyImages

Tra il Liverpool è la coppa ci sarà però una squadra che ha fatto della Champions League il proprio giardino di casa e che ha ampiamente dimostrato di non mollare mai. Neanche il Real Madrid ha avuto grosse difficoltà nel passare la fase a gironi, anche se - contrariamente ai Reds - hanno rimediato una sconfitta. Indovinate chi tra Inter, Shakhtar Donetsk e Sheriff Tiraspol è riuscito nell'impresa titanica di battere i ragazzi di Carlo Ancelotti...esatto, lo Sheriff!

Raggiunti gli ottavi di finale, l'urna di Nyon ha messo di fronte al Real il Paris Saint-Germain che, visti i massicci investimenti durante la scorsa sessione di mercato, era considerato un candidato forte per la vittoria finale. In effetti, nell'andata al Parco dei Principi i parigini si impongono per 1-0. Al Bernabeu però i Blancos rimontano e in virtù del 3-1 si qualificano ai quarti, dove trovano il Chelsea.

Un super Benzema permette gli spagnoli di espugnare Stamford Bridge, ma al ritorno il Real trema e non poco. I Blues riescono infatti a segnare 3 reti portando avanti una rimonta che sembra impossibile; tuttavia gli uomini di Ancelotti riportano il doppio confronto in parità segnando al photofinish e portando la gara ai supplementari. A quel punto ci pensa di nuovo il solito Benzema che batte Mendy e regala la semifinale ai suoi.

Perfino più spettacolare è la sfida con il Manchester City. All'Etihad i Citizens costruiscono una valanga di occasioni ma il Real Madrid ribatte colpo su colpo: l'andata termina 4-3 per la banda di Guardiola. Tra le mura del Bernabeu i Blancos non si danno mai per vinti e le due squadre danno vita a una partita mozzafiato. Il gol di Mahrez sembra mettere il punto esclamativo sulla vittoria del City, peccato però che il neoentrato Rodrygo segni due volte nel giro di 90 secondi e permette ai suoi di giocarsi l'approdo alla finalissima ai supplementari. Secondo voi chi poteva deciderla se non Karim Benzema? Il francese dimostra una freddezza glaciale nel rigore che fa volare il Real Madrid a a Parigi per provare a vincere la quattordicesima Champions della sua storia.

Le ultime sulla squadra di Jurgen Klopp

Sono state ore di apprensione per il Liverpool, dato che nella finale di FA Cup contro il Chelsea, Mohamed Salah ha rimediato un infortunio all'inguine uscendo anticipatamente dal campo. Ci ha pensato però l'egiziano a tranquillizzare tutti: per la partita con il Real ci sarà. Non al meglio nemmeno Virgil van Dijk, anche lui costretto al cambio nel match contro i Blues.

La loro condizione fisica non preoccupa più di tanto. Pur di averli al meglio per la sfida di Parigi, Klopp non li convocherà per la trasferta di Southampton in modo da preservare il perno della difesa e il suo miglior attaccante per la finale di Champions League.

Le ultime sulla squadra di Carlo Ancelotti

Perfino più distesa l'aria che si respira dalle parti di Madrid, dove il Real ha già archiviato il discorso LaLiga lo scorso 30 aprile, ancor prima che si giocasse il ritorno della semifinale contro il City.

I Blancos hanno vinto il campionato con quattro giornate di anticipo e stanno avendo tutto il tempo di preparare nel migliore dei modi la spedizione in Francia del prossimo 28 maggio. Ancelotti potrà contare sulla rosa al completo, ma soprattutto su un Karim Benzema che sta vivendo la miglior stagione della carriera e che vede nella vittoria della Champions l'opportunità di avvicinarsi a grandi passi verso il Pallone d'Oro.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit