FIFA 23

FIFA 23: chi sono gli Heroes della Serie A

Francesco Castorani
Gli Heroes della Serie A su FIFA 23
Gli Heroes della Serie A su FIFA 23 / 90min Italia
facebooktwitterreddit

Fifa 23 è uscito ormai da quasi un mese e, almeno per quanto riguarda la modalità di gioco FUT (Fifa Ultimate Team) è ancora nel momento di maggior interesse. Solo qualche Weekend League, una sorta di torneo che si sviluppa più o meno con il formato Formula Uno durante il fine settimana, squadre ancora in via di costruzione, un paio di eventi che hanno portato nel mercato diverse carte speciali.

Una novità da qualche anno è l'inserimento nel videogioco di carte in versione Hero, ovvero di calciatori iconici e rappresentativi per un club in un determinato momento delle loro carriere, come riporta la sezione di Fifa sul sito EA.

Festeggia alcuni dei calciatori più rappresentativi della storia con gli Eroi FUT, nuovi oggetti ispirati ai momenti indimenticabili che hanno trasformato questi giocatori in veri e propri idoli dei tifosi.

Giocatori leggendari, a volte non di livello altissimo, che hanno però inciso nella storia del club legandosi indissolubilmente al ricordo dei propri tifosi. Dopo Premier League, Liga, Ligue 1 e Bundesliga, concludiamo i Top 5 campionati europei con la Serie A. Chi sono gli Eroi Fut del nostro campionato?

1. Hidetoshi Nakata - 87

Arrivato in Italia nel 1998 per approdare a Perugia, Hidetoshi Nakata, centrocampista offensivo tra i migliori della storia del Giappone, ha scritto una parte importante di storia dello Scudetto 2000-01 conquistato dalla Roma. I giallorossi sono sotto 2-0 a Torino, Capello inserisce Nakata per Totti e il numero 8 si inevnta il gol che accorcia le distanze così. La Roma pareggia e la distanza in classifica resta invariata. Nakata vestirà anche le maglie di Parma, Bologna, Fiorentina e Bolton prima del ritiro.

Su FUT una carta abbastanza comune da trovare nelle squadre in questo momento del gioco. Sia per il prezzo non eccessivo, sia per la possibilità di schierarlo come trequartista o centrocampista centrale. 4 stelle nelle mosse abilità e 4 nel piede debole lo rendono utilizzabile.

2. Tomas Brolin - 87

Classe 1969, protagonista del periodo d'oro del Parma negli anni '90. I trofei più importanti della sua carriera con Nevio Scala in panchina, più di 100 presenze tra attacco e centrocampo, adattato grazie alla sua duttilità. Il suo timbro nella vittoria della Coppa Italia 1991-92, in occasione della quale fu decisivo sia agli Ottavi di Finale contro la Fiorentina sia in Semifinale contro la Sampdoria. Qui una raccolta di gol dello svedese.

Novità su FIFA 23, quella di Tomas Brolin si è rivelata fin da subito una carta sorprendente. 4 stelle nelle mosse abilità e 3 nel piede debole, statistiche importanti nel dribbling, nella velocità e nel tiro, che lo rendono utilizzabile come attaccante o come esterno. È molto agile e rapido, e i crediti investiti per lui sono certamente ben spesi.

3. Ivan Cordoba - 87

Ivan Ramiro Cordoba, dal 2000 al 2012 all'Inter, sua unica squadra in Europa a cui ha regalato 455 presenze. 5 campionati italiani e una Champions League, oltre a diverse Coppe Italia e Supercoppe. Uno dei ricordi più lieti legati al difensore colombiano è il gol vittoria segnato in trasferta contro la Reggina al 91° dopo che i padroni di casa avevano rimontato due reti. Era il novembre 2008 e in panchina c'era José Mourinho.

Certezza delle difese di Serie A, Ivan Ramiro Cordoba è anche quest'anno una carta molto utilizzabile. Decisive la statistica della velocità e quella della difesa, a cui fa da contraltare l'altezza ridotta per un difensore (173 cm). Ha ancora un costo abbastanza elevato.

4. Claudio Marchisio - 87

Centrocampista che non ha bisogno di alcuna presentazione nel nostro campionato. La stagione in Serie B con la Juventus, poi il prestito a Empoli e altre 10 in maglia bianconera. Una bandiera del club con cui ha dominato la Serie A. Una delle migliori stagioni a livello individuale è senza dubbio quella 2011-12 che si concluse con la conquista del suo primo Scudetto e con il record personale di 9 gol.

Novità di FUT 23, Claudio Marchisio è un centrocampista completo, uno dei migliori del gioco al momento. 4 sia nelle mosse abilità che nel piede debole, ha più di 80 in tutte le statistiche e un'agilità che lo rende utilizzabile anche in posizioni più offensive.

5. Antonio Di Natale - 88

Una carriera all'Udinese, di cui è diventato bandiera, idolo e leggenda. Totò Di Natale è al sesto posto della classifica marcatori all time della Serie A con 209 gol. Numero 10, ma anche 9, costante, tecnico e prolifico, è stato tra i migliori interpreti del ruolo in Italia nel recente passato. Tra le stagioni da ricordare c'è senza dubbio quella 2010-11, conclusa dai friulani al quarto posto e da Di Natale come leader dei marcatori con ben 28 reti.

Anche su FUT 23 è una carta molto desiderata. Le statistiche eccezionali nella velocità, nel tiro e nel dribbling, unite alle 4 stelle nelle mosse abilità e nel piede debole lo rendono un giocatore quasi unico nel suo genere. Fa chiaramente la differenza e ha un costo molto alto che in pochi possono permettersi.

6. Diego Milito - 88

Gli anni al Genoa e la storia dell'Inter. Se pensiamo a Diego Milito è difficile non collegare istantaneamente all'argentino il ricordo del Triplete. Una stagione pazzesca per i nerazzurri in cui il "Principe" è diventato re nella notte della Finale di Champions League contro il Bayern Monaco. Una doppietta per stendere i tedeschi e regalare ai suoi tifosi e a se stesso un 2010 indimenticabile.

La carta Hero della Serie A che costa molto meno delle altre. I motivi sono diversi: le 3 stelle nelle mosse abilità, la scarsa velocità e agilità, che lo rendono un interprete difficile da utilizzare sia in campo aperto che in situazioni di accerchiamento.

7. Lucio - 89

A proposito di Inter. Lucio, come Milito e all'opposto di Marchisio, di squadre ne ha cambiate in carriera. Con l'Inter però ha conservato, più che con le altre, il ricordo di uno dei difensori centrali più forti passati nel XXI secolo in Serie A. Leader della linea a 4 di Mourinho che condusse fino al massimo trofeo europeo. Qui una raccolta dei suoi interventi.

È una lieta novità di FUT 23. Se non ci fosse Di Natale, sarebbe l'Eroe più costoso della Serie A. Solidissimo grazie a statistiche impressionanti in difesa e fisico, a cui unisce una velocità competitiva e un body-type che lascia l'impressione di essere insuperabile.

facebooktwitterreddit