Primo Piano

Fair Play Finanziario, l'UEFA offre un accordo ai top club: i dettagli

Giovanni Benvenuto
Il Logo dell'Uefa
Il Logo dell'Uefa / David Ramos/GettyImages
facebooktwitterreddit

Le società italiane ed estere che non hanno rispettato le "vecchie" norme imposte dal Fair-Play Finanziario sottoscriveranno entro fine giugno un settlement agreement con l'UEFA per sanare la situazione. Questa l'indiscrezione lanciata dal Corriere dello Sport, che sottolinea come i club si impegneranno per sistemare i conti intraprendendo un percorso virtuoso in linea con il nuovo FPF.

FBL-UEFA-EUR
Il logo dell'Uefa / FABRICE COFFRINI/GettyImages

Sempre stando a quanto riferito dal quotidiano non saranno previste sanzioni nell'immediato, come ad esempio il blocco del mercato o limitazioni della rosa per le coppe europee. Tuttavia se nei controlli dal 2023 in avanti dimostreranno di non essersi adeguati al settlement agreement scatteranno sanzioni sportive ed economiche commisurate alle violazioni commesse.

Ad esempio Juventus, Inter e Roma, che tra le italiane sono quelle con la posizione più "pesante", potranno disputare la Champions League e l'Europa League senza alcuna limitazione. I club che sottoscriveranno l'accordo (che durerà 3-4 stagioni) sono all'incirca una ventina. Questo percorso è stato concordato dall'ECA e da Nyon, quando si è deciso di tenere presente i danni provocati ai bilanci dalla diffusione del Covid-19 e di concedere l’accesso al settlement anche a società con passivi pesanti.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit