Opinioni

Fagioli fa volare la Cremonese ma sogna la Juve: quale sarà il prossimo passo?

Andrea Gigante
Nicolò Fagioli
Nicolò Fagioli / Danilo Di Giovanni/GettyImages
facebooktwitterreddit

Chissà cosa avrà scritto Nicolò Fagioli dopo quel messaggio che ha gelosamente conservato tra i "preferiti" su WhatsApp. Che la Cremonese sarebbe stata promossa in Serie A lui lo sapeva già ad agosto, ma adesso siamo tutti curiosi di sapere come continua la conversazione.

Magari il centrocampista classe 2001 si è lasciato andare a una previsione perfino più azzardata. Qualcosa del tipo: "Poi torno l'estate prossima torno alla Juventus e convinco Allegri a tenermi in prima squadra".

Ha le idee chiare Fagioli e per un giovane questo è sempre un bene. Come ogni ragazzo che si approccia al mondo del grande calcio, è anche ambizioso. Ma soprattutto è sfacciato. In senso buono eh. D'altronde per scrivere che, con il tuo arrivo, la Cremonese tornerà in Serie A dopo 26 anni dall'ultima volta un po' sfacciato lo sei.

Quando hai 21 anni non c'è nulla che possa fermarti, soprattutto se il talento ti accompagna. Fagioli è un centrocampista che sa fare tutto, uno di quelli che sarebbe riduttivo etichettare come "mezzala", "trequartista" o "regista". Sa calciare molto bene, ha un'ottima visione di gioco, sa inserirsi e dispone di una prestanza atletica notevole. È un giocatore "alla Marchisio" per intenderci.

E proprio come il Principino, il classe 2001 sogna di dominare la mediana della Juventus, squadra nella quale è cresciuto e ideale che l'ha accompagnato fino ad ora. Basta dire che sul suo profilo Instagram non ha mai tolto la foto con la maglia bianconera.

I tifosi cremonesi non se la sono di certo presa. Se hai in rosa un giocatore così forte poco ti importa della sua immagine del profilo. Tuttavia, è evidente che Nicolò Fagioli sogni di far ritorno alla Continassa quanto prima e di ricoprire un ruolo importante in prima squadra.

I giovani puntano sempre in alto, ma spesso rischiano di fare il passo più lungo della gamba. Il centrocampista rientrerà dal prestito a giugno, portando nel bagaglio 3 gol e 7 assist che hanno permesso ai grigiorossi di riprendersi la massima categoria. Questa dote potrebbe però non essere sufficiente per una società come quella juventina ma soprattutto per un tecnico poco aperto alle nuove leve come Massimiliano Allegri.

Nicolo Fagioli
Nicolò Fagioli / Jonathan Moscrop/GettyImages

Sembra improbabile vedere un Fagioli protagonista in prima squadra ad appena 21 anni. Il livello attuale del centrocampo della Vecchia Signora non è esattamente dei migliori, ma Allegri non farebbe mai giocare con continuità un ragazzino.

Stando a quanto riportato da calciomercato.com, il classe 2001 non sembra voler sentire ragioni: ritiene di essersi fatto abbastanza le ossa e non intende più essere ceduto in prestito. O la Juve lo trattiene dandogli la possibilità di scendere in campo o chiederà la cessione in un club che glielo permetterà.

A questo punto è lecito domandarsi se sia opportuno per la sua carriera trasferirsi in maniera definitiva in una squadra di livello più basso pur di giocare piuttosto che accettare un altro prestito (anche alla stessa Cremonese) e iniziare a confrontarsi con la Serie A rimanendo sempre legato ai bianconeri.

La decisione spetta solo al giovane calciatore, ma una cosa è certa: il talento c'è e ben presto sentiremo parlare con più insistenza di Nicolò Fagioli.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit