Primo Piano

Fabregas in Serie B: le ultime stagioni vissute dallo spagnolo

Francesco Castorani
Fabregas
Fabregas / Juan Manuel Serrano Arce/GettyImages
facebooktwitterreddit

Fabregas al Como. Cesc Fabregas in Serie B. No, non è un sogno irrealizzabile di un piccolo lariano, ma la realtà. Barcellona, Arsenal, Barcellona, Chelsea, Monaco, Como. Suona strano, ma alcune volte la vita dei calciatori regala sorprese inaspettate.

L'intervista di metà maggio rilasciata ai francesi di Sofoot.com preannunciava questo. Cesc Fabregas ha reso ufficiale da un paio di mesi la volontà di provare qualcos'altro, di non prolungare il suo contratto con il Monaco. "È sicuro che sia finita tra me e il Monaco. Il mio contratto scade il prossimo giugno e sto cercando un nuovo inizio. La mia testa ha bisogno di una nuova sfida".

Andres Iniesta, Francesc Fabregas
Con Iniesta / Clive Mason/GettyImages

Una nuova sfida dopo un ventennio da professionista, dopo aver vinto tutto ed essere stato tra i migliori, nelle migliori competizioni del mondo. "È l'anno peggiore non solo della mia carriera, ma anche della mia vita, perché quando non sono felice nel calcio, non sono felice nella mia vita. Ho sofferto molto quest'anno ed è stata dura mentalmente". Situazione che capita a molti calciatori ma che, ribadisce Fabregas, è meglio sia capitata adesso che ha 35 anni ed è più maturo.

Il futuro sarà dunque l'Italia e in particolare il Como in Serie B, in cui non arriva per mancanze di offerte, ma al termine di una scelta, sportiva e di vita, meditata. "Ad essere sincero, nelle ultime due settimane ho già ricevuto due o tre telefonate da alcuni dei miei ex allenatori per sapere cosa volevo fare, per vedere se volevo unirmi a loro quest'estate come allenatore".

Jose Mourinho, Cesc Fabregas
Chelsea v Norwich City - Premier League / Paul Gilham/GettyImages

Il ritiro però non è una scelta semplice, smettere con il gioco, diventato poi un lavoro che domina la tua vita da più di vent'anni non è una decisione che si prende a cuor leggero.

"Sono aperto a tutto, voglio solo divertirmi. Dopo quest'anno, voglio solo giocare e godermi il mio calcio. Il posto non ha molta importanza, è più la mia testa che conta. Quando sono in forma mi sento davvero bene, quando mi alleno con i miei compagni di squadra non mi sento diverso quando si tratta di passione per il gioco, si tratta solo di trovare il progetto giusto e farlo. Cercherò un nuovo progetto e vedrò dove mi porterà il futuro."

Cesc Fabregas a Sofoot.com

Il posto forse un po' di importanza l'ha avuta. Giocare sul lago di Como sarà un'esperienza nuova per un calciatore che non ha mai abbassato a tal punto il suo livello. Il presidente è Dennis Wise, un inglese ex giocatore del Chelsea negli anni '90, e la proprietà SENT Entertainment Ltd, appartenente al gruppo indonesiano Djarum.

La notizia lanciata da Gianluca Di Marzio, in diretta ieri a Sky Sport, ha sorpeso un po' tutti. Ma come sono andate le ultime stagioni di Cesc Fabregas al Monaco? Un inizio stentato, con i monegaschi in difficoltà terminati 17esimi in Ligue 1. Poi la risalita fino al nono posto l'anno successivo, un paio di trofei sfiorati e un cammino in Europa sempre troppo deludente.

Cesc Fabregas
Fabregas / Jonathan Moscrop/GettyImages

Nel Principato di Monaco Fabregas ha portato esperienza e qualità, ma ha via via perso il protagonismo che ha sempre caratterizzato la sua figura negli altri club. Il minutaggio si è ridotto, portandolo a vivere una stagione incredibilmente sfortunata tra 2021 e 2022. Quasi 200 giorni out tra infortuni (coscia e polpaccio) e ritardo di condizione. Soltanto 5 presenze, che sommate superano di poco i 90 minuti.

Arriverà in Italia e avrà tempo e modo per rimettersi in forma e illuminare in un campionato di livello inferiore, lui che in Premier League è il secondo calciatore con più assist nella storia (111) alle spalle di Ryan Giggs; che ha già esternato la volontà di diventare allenatore, potrà avere la Serie B e Como ai suoi piedi per un periodo indefinito. I lombardi negli ultimi tre anni hanno vissuto una doppia promozione dalla Serie D al campionato cadetto e chissà se, con l'esempio del Monza e l'arrivo di un campione di questa portato, oggi sul lago si sta discutendo proprio di tornare in Serie A.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit