Serie A

All'Inter basta un gol per tempo: contro l'Empoli finisce 2-0

Andrea Gigante
I nerazzurri
I nerazzurri / ALBERTO PIZZOLI/GettyImages
facebooktwitterreddit

L'Inter batte l'Empoli a domicilio nella sfida valida per la 10ª giornata di Serie A. I nerazzurri provano a costruire dal basso, ma gli uomini di Aurelio Andreazzoli pressano molto alto e riescono a scongiurare ogni tentativo d'attacco. Una conclusione da fuori di Stojanovic rinfigorisce ulteriormente i toscani che al 19' vanno vicino al gol con Luperto, ma la sua conclusione a botta sicura viene ribattuta da un monumentale D'Ambrosio.

Alla mezz'ora l'Empoli reclama un rigore per un contatto dubbio su Pinamonti, ma l'arbitro Chiffi lascia giocare e non viene richiamato dal VAR. Passano 5' e l'Inter trova il vantaggio grazie a D'Ambrosio, bravo prima nel recuperare il pallone a metà campo e poi a colpire di testa su un cross al bacio di Sanchez. All'ultimo secondo del primo tempo ci prova Lautaro, ma la sua incornata finisce dritta nelle mani di Vicario.

Danilo D'Ambrosio
Danilo D'Ambrosio e Alessandro Bastoni / Gabriele Maltinti/GettyImages

La ripresa inizia con lo stesso canovaccio: Inter che prova a fare la partita ed Empoli che aggredisce alto. Tuttavia, la foga degli azzurri si rivela controproducente e, in una ripartenza, Ricci abbatte Barella a centrocampo e Chiffi estrae il rosso, mandandolo sotto la doccia. Passano i minuti e l'Inter va vicino al 2-0, sempre di testa, ma i tentativi di Gagliardini e Lautaro devono fare i conti rispettivamente con il palo e i riflessi felini di Vicario.

I nerazzurri insistono e alla fine il raddoppio arriva. Lautaro prende il fondo sulla fascia destra e mette un pallone teso tra difesa e portiere che Dimarco non può non appoggiare in porta.

Per tutto il resto della partita, i ragazzi allenati per la serata da Massimiliano Farris si vedono annullare due volte il possibile 3-0. La rete di Gagliardini non viene convalidata per via di un tocco di braccio del centrocampista. Poi il bel gol di Sensi viene annullato, ancora giustamente, per fuorigioco. La partita termina così 2-0.

La chiave tattica

Simone Inzaghi parte con un ampio turnover, concedendo un turno di riposo a Skriniar e rilanciando D'Ambrosio dal 1'. Panchina anche per Calhanoglu e Dzeko, sostituiti rispettivamente da Gagliardini e Sanchez. La scelta di Andreazzoli di mettere Zurkowski e Ricci su Brozovic e Barella mette in difficoltà il fraseggio dei nerazzurri che si affidano ai lanci lunghi su Lautaro e alle seconde palle. La mancanza di un centravanti imponente limita però le occasioni dell'Inter.

Il gol dell'1-0 è perciò frutto di un errore dei toscani in uscita e di un ottimo spunto di D'Ambrosio che, dopo aver anticipato l'attaccante si traveste da centravanti e colpisce di testa per il vantaggio nerazzurro.

L'espulsione di Ricci in avvio secondo tempo condiziona le strategie delle due squadre. L'Inter esaspera il possesso per conservare il vantaggio e cercare il raddoppio; l'Empoli prova a difendersi mettendo tutti i giocatori dietro la linea della palla per provare poi a ripartire. Passano i minuti e i ragazzi di Andreazzoli calano sotto il piano fisico, permettendo ai nerazzurri di prendere il pieno controllo del match. Lautaro & compagni si limitano a fraseggiare, facendo scivolare la partita verso la fine.

Daniele Chiffi, Samuele Ricci
L'espulsione di Ricci / Gabriele Maltinti/GettyImages

La giocata della partita

L'Inter inizia a fatica, patendo il pressing alto dell'Empoli. Complice l'espulsione, gli azzurri poi calano permettendo vita facile ai nerazzurri. La partita sarebbe stata diversa se un episodio fosse andato direttamente. Quando Luperto controlla in area di rigore e chiude il piatto, Handanovic è spiazzato, ma D'Ambrosio è lì pronto a immolarsi per impedire un vantaggio che avrebbe messo il match su binari diversi.

Il migliore in campo,

FBL-ITA-SERIEA-EMPOLI-INTER
L'esultanza di D'Ambrosio / ALBERTO PIZZOLI/GettyImages

Un gol realizzato e uno salvato sulla linea consegnano il premio di MVP a Danilo D'Ambrosio. Il difensore nerazzurro prima evita a Luperto di depositare in porta il pallone del possibile 1-0 dell'Empoli. Passa qualche minuto e il vantaggio lo segna lui stesso, battendo Vicario con un colpo di testa preciso, degno di un vero n°9.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit