Milan

Eliiott, settembre in tribunale: le date delle cause contro Blue Skye e Yonghong Li

Stefano Bertocchi
Yonghong Li
Yonghong Li / Anadolu Agency/GettyImages
facebooktwitterreddit

Si preannuncia un settembre delicato per Elliott, ex proprietario di maggioranza del Milan chiamato ad affrontare un nuovo capitolo delle cause che sono state intentate da Blue Skye e da Yonghong Li.

FBL-ITALY-CHINA-AC MILAN
Yonghong Li / MIGUEL MEDINA/GettyImages

La prima udienza è fissata in calendario alla vigilia dell'assemblea dei soci del club rossonero del 13 settembre: è in quell'occasione che verrà esaminata la richiesta di Blue Skye. L'ex socio di minoranza aveva già avviato due azioni nei tribunali di Lussemburgo e New York e adesso - come spiega La Gazzetta dello Sport - ha spostato la causa al Tribunale di Milano chiedendo un procedimento cautelare che blocchi la cessione delle azioni del Milan da parte di Elliott a RedBird. Blue Skye sostiene che la trattativa per la cessione della società al fondo di Cardinale sia stata condotta "con malizia e inganno" violando i propri diritti di socio di minoranza, mentre Elliott ha replicato definendo tale azione "frivola e vessatoria" e rimarcando la propria correttezza.

Per la causa legata a Li se ne parlerà invece il 27 settembre, data in cui è in programma l'udienza in Lussemburgo in cui verrà esaminata la richiesta di opposizione presentata da Elliott contro il sequestro cautelare di 364 milioni, disposto dal tribunale a favore dell'ex proprietario cinese. "Mister Li - ricorda la rosea - aveva chiesto che gli fosse riconosciuta la differenza tra il valore del Milan nel momento in cui Elliott prese il controllo del club (per il mancato pagamento di una rata di 32 milioni del prestito) e il debito stesso: il tribunale aveva quantificato la cifra in 364 milioni, decidendo di congelarla. Elliott s'è opposto e la causa avrebbe dovuto essere discussa il 5 settembre, ma la mancanza del personale in estate ha portato al rinvio al 27".

facebooktwitterreddit