Storie di calcio

El Bati giramondo che ha salvato il Cosenza: lo strano destino di Larrivey

Stefano Oriolo
Joaquin Larrivey
Joaquin Larrivey / Enrico Locci/GettyImages
facebooktwitterreddit

Ormai alle porte dei 38 anni, dopo aver girato Argentina, Messico, Spagna, Emirati Arabi, Giappone, Paraguay e Italia, Joaquin Larrivey, per tutti "El Bati", grazie alla doppietta realizzata ieri nella finale dei playout contro il Vicenza salva il Cosenza dalla retrocessione, regalando ai calabresi la permanenza in Serie B.

L'ex Cagliari, arrivato a gennaio dall'Universidad de Chile, ha avuto un impatto devastante per "I Lupi" mettendo a segno 8 goal in 17 partite tra regular season e playout. Un destino per certi versi paradossale quello dell'argentino, che aveva ritrovato a Cosenza proprio Bisoli, suo allenatore ai tempi del Cagliari, con il quale in terra sarda non riuscì a giocare neanche un minuto.

Joaquin Larrivey
Larrivey esulta / ATPImages/GettyImages

Il destino di un giramondo


Cresciuto calcisticamente nel settore giovanile dell' Huracan (Buenos Aires, Argentina) nel 2010 Larrivey si trasferisce al Cagliari dove tra Serie A e Coppa Italia colleziona 16 goal e 3 assist in 102 presenze. Purtroppo le prestazioni non gli varranno la conferma della società con la quale nel 2012 decide di rescindere il contratto iniziando così il suo "viaggio per il mondo".

Prima l'avventura in Messico con l'Atlante, poi in Spagna con il Celta Vigo e il Rayo Vallecano (squadre con le quali tra l'altro andrà in doppia cifra) quindi la parentesi nella prima divisione degli Emirati con il Baniyas passando per il Giappone (JEF United) e il Paraguay (Cerro Porteno).
Un girovagare durato 12 anni e che a gennaio ha riportato Larrivey in Italia, precisamente a Cosenza.

Larrivey
Larrivey in Giappone / Hiroki Watanabe/GettyImages

Il ritorno

Approdato in riva al Crati tra le perplessità dei tifosi per via della sua età, El Bati ha dovuto usare uno dei metodi più semplici per conquistare il cuore dei cosentini: il goal.

Dal suo arrivo a gennaio a Cosenza, Larrivey sta decisamente vivendo un seconda giovinezza e non lo dimostrano solo le 8 reti con la maglia rossoblù ma soprattutto il peso specifico delle sue giocate, messe in risalto in un contesto dove la fase offensiva non è certamente il punto forte.

"Larrivey si fermato a Cosenza" e ieri dopo 12 anni da quell'infelice avventura con il Cagliari El Bati giramondo ha potuto prendersi la sua rivincita diventando l'eroe di una salvezza che indubbiamente inciderà per sempre il nome di Joaquin Larrivey nella storia del club e nel cuore dei tifosi cosentini.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit