Inter

E se fosse Dimarco l'alternativa ideale a Gosens?

Lorenzo Zornetta
Federico Dimarco
Federico Dimarco / Giuseppe Bellini/GettyImages
facebooktwitterreddit

Le prime uscite stagionali dell'Inter di Simone Inzaghi hanno fatto emergere i primi dubbi sulla reale affidabilità di Robin Gosens per la sostituzione di Ivan Perisic, volato al Tottenham a parametro zero.
Il tedesco, pagato 25 milioni di euro a gennaio, ha dimostrato di essere in ritardo di condizione fisica e soprattutto ci si chiede se le sue qualità tecniche siano adatte al gioco della squadra.

Gosens infatti, al contrario di Perisic, non ha nell'uno contro uno una sua caratteristica dominante e anzi è un giocatore che segue alla perfezione l'azione offensiva andando a finalizzare le azioni della squadra con ottime doti di inserimento, ma senza essere lui a creare palle gol saltando l'uomo. Inoltre ha fatto vedere di dover migliorare molto in fase difensiva dove ha evidenziato alcune lacune, ma le preoccupazioni maggiori sono per la sua tenuta fisica avendo già avuto i primi problemi muscolari in questo precampionato.

Proprio questi dubbi stanno facendo ragionare la società nerazzurra sulla possibilità di tornare sul mercato per trovare un esterno sinistro che possa alternarsi con Gosens e in queste ultime ore è tornato di moda il nome di Filip Kostic dell'Eintracht Francoforte accostato già accostato in passato all'Inter e che andrà a scadenza nel 2023. L'arrivo del giocatore serbo potrebbe far rinunciare Inzaghi al desiderio di un nuovo difensore facendo adattare Darmian, D'Ambrosio e Dimarco come "braccetti" della difesa a tre.

E se fosse Dimarco l'erede di Ivan Perisic?

L'amichevole contro il Lione ha fatto vedere un Federico Dimarco esterno a tuttofascia, ruolo che aveva abbandonato per diventare sostituto di Bastoni nella difesa a tre, in condizione fantastica creando mille pericoli col suo sinistro forte e preciso, regalando assist per Lautaro e Lukaku e risultando il migliore in campo nel match amichevole.

Dimarco, viste le sue spiccate doti offensive e il basso minutaggio avuto da Gosens nel pre-campionato, si candida così ad una maglia da titolare nella prima giornata di campionato dove l'Inter sarà impegnata nella trasferta di Lecce.

Robin Gosens
Robin Gosens / Giuseppe Cottini/GettyImages

L'inter è comunque ancora convinta di poter recuperare Robin Gosens e che, pur con caratteristiche diverse rispetto al passato, il tedesco possa diventare il titolare sulla fascia sinistra facendo rivedere il fantastico esterno ammirato all'Atalanta e per il quale l'Inter ha fatto un importante investimento. Avendo visto questo Dimarco, vero jolly per Simone Inzaghi, e potendo contare sempre su un affidabile Matteo Darmian non sembra necessario un ritorno sul mercato per l'esterno sinistro e anzi le (poche) risorse economiche a disposizione andrebbero indirizzate su un nuovo centrale difensivo per coprire la partenza di Andrea Ranocchia e avere un'alternativa a Stefan de Vrij che non ha convinto in queste prime partite.

Aspettando Gosens, con un Dimarco così in forma l'Inter può stare tranquilla avendo l'erede di Perisic già in casa.


Segui 90min su Youtube.

facebooktwitterreddit