Romelu Lukaku

È il caso di rischiare Lukaku o meglio recuperarlo totalmente?

Lorenzo Zornetta
Romelu Lukaku
Romelu Lukaku / Giuseppe Bellini/GettyImages
facebooktwitterreddit

Non è esclusa una convocazione di Romelu Lukaku per Udinese-Inter, match in programma domenica 18 settembre alle 12.30. Le possibilità non sono molte, ma esistono e l'attaccante belga vuole provarci in ogni modo. Lo staff medico dell'Inter si è tenuto sempre in contatto con il fisioterapista che ha seguito Big Rom nell'ultima settimana di recupero svolto in patria per ponderare al meglio la scelta da fare. Le esigenze tecniche di Simone Inzaghi e la voglia di Romelu di tornare in campo per aiutare i compagni devono però coincidere con l'assenza assoluta di ogni rischio perché una ricaduta sarebbe deleteria per il prosieguo della stagione nerazzurra.

Domani sarà anche il giorno di nuovi esami e, in caso di via libera, mercoledì Lukaku tornerà in campo coi compagni e venerdì verrà presa la decisione definitiva sulla sua possibile convocazione per Udine, almeno per seguire i compagni dalla panchina.

Ma è il caso di accelerare il rientro di Lukaku?

Dopo la sfida al Viktoria Plzen in Champions League, l'Inter affronterà l'Udinese che al momento è probabilmente la squadra più in forma del campionato e che viene da quattro vittorie consecutive. Una squadra che gioca con velocità e intensità da Premier League, una squadra che grazie ad una grandissima fisicità potrebbe mettere in seria difficoltà i nerazzurri. Avere o non avere Lukaku, in una sfida così, fa tutta la differenza del mondo e Simone Inzaghi lo sa bene e vuole provare in tutti i modi ad averlo a disposizione per questo match. Pur essendo ancora le prime partite stagionali, i punti iniziano già a farsi pesanti con Napoli e Milan che difficilmente rallentano e quello con l'Udinese attualmente è uno scontro diretto per le zone nobili della classifica. L'attacco nerazzurro in questo momento è poco concludente ed incisivo, pur facendo molto movimento e lavorando per la squadra Lautaro e Dzeko faticano a trovare la rete e la squadra risente della poca presenza in area avversaria, basti pensare ai zero tiri del primo tempo nella sfida di sabato contro il Torino.

Per tutti questi motivi un recupero dell'attaccante belga sarebbe fondamentale nella sfida di Udine, almeno per la panchina per poter entrare a gara in corso in caso di bisogno.

Detto questo, con la sosta di due settimane per le nazionali che arriverà proprio dopo la sfida di domenica, Lukaku avrebbe tutto il tempo di recuperare con calma, avendo concordato col ct del Belgio di non essere convocato per le sfide di Nations League. In questo modo la punta belga tornerebbe pienamente recuperato per la sfida del 1 ottobre contro la Roma di Mourinho senza incorrere nel rischio di ricadute dovute alla fretta.

In questi casi è davvero complicato decidere quale sia la soluzione ideale e lo staff medico, Simone Inzaghi e Romelu Lukaku dovranno trovare insieme il modo migliore per procedere cercando però di evitare rischi esagerati. Senza dubbio il ritorno di Big Rom sarebbe fondamentale per Inzaghi soprattutto in una partita così fisica, nei prossimi giorni avremo la risposta definitiva e capiremo se l'Inter avrà di nuovo a disposizione il suo centravanti.

facebooktwitterreddit