Dzeko prigioniero alla Roma: l'Inter o il possibile arrivo di Allegri nella Capitale possono liberarlo

Edin Dzeko
Soccrates Images/Getty Images

Edin Dzeko è prigioniero della Roma. Il centravanti bosniaco, promesso sposo della Juve che è stato però abbandonato all'altare dai bianconeri, per la terza volta nel giro di due anni e mezzo è costretto a disfare le valigie già pronte e a rimanere in giallorosso.

Edin Dzeko
Silvia Lore/Getty Images

Se nei primi due casi però era stato lo stesso giocatore a decidere di rimanere alla Roma rifiutando il Chelsea prima e l'Inter poi, oggi la permanenza di Dzeko nella Capitale non dipende da lui bensì dalla Juve e da Arkadiusz Milik: il polacco in uscita dal Napoli si è preso fin troppo tempo per decidere se accettare l'offerta della Roma spazientendo i bianconeri che hanno mollato la presa sul bosniaco sul più bello ed hanno virato con decisione su Morata.

Arkadiusz Milik
Francesco Pecoraro/Getty Images

Dzeko da possibile nuovo attaccante della Juve oggi è tornato nuovamente ad allenarsi con la Roma agli ordini di mister Paulo Fonseca con il quale il rapporto non è idilliaco. Il bosniaco di fatto si trova in prigione in giallorosso a meno che il portoghese non venga esonerato e rimpiazzato da Massimiliano Allegri come si vocifera da giorni o che l'ipotesi cessione torni in voga in queste due ultime settimane scarse di mercato che restano (attenzione al possibile ritorno di fiamma dell'Inter).

Segui 90min su FacebookInstagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Roma e della Serie A.