Tutti i dubbi di Maurizio Sarri: ora il tecnico ha bisogno di garanzie

Stefano Oriolo
SS Lazio v US Sassuolo - Serie A
SS Lazio v US Sassuolo - Serie A / Danilo Di Giovanni/GettyImages
facebooktwitterreddit

Dopo il summit andato in scena ieri a Formello tra il presidente Lotito, il ds Tare e Mister Sarri in casa Lazio si torna a parlare di rinnovi e di futuro. Alle dichiarazioni d'amore di Lotito con annesso annuncio dell' imminente rinnovo di contratto di Maurizio Sarri durante la cena di Natale sono seguiti periodi di stallo dovuti soprattutto ai continui alti e bassi dei biancocelesti nella stagione in corso.

Il patron della Lazio non ha mai messo realmente in dubbio il tecnico toscano che dal canto suo ha trovato non poche difficoltà a causa di una rosa cortissima e di nomi non adatti al "sarrismo", malgrado ciò Lotito e Tare hanno messo sempre in secondo piano il rinnovo del tecnico che ora, dunque, sembra quasi diventare un caso.

SS Lazio Training Session
Maurizio Sarri / Marco Rosi - SS Lazio/GettyImages

L'ultima pesante sconfitta nel derby ha riportato alla luce quei problemi che la Lazio mostra da inizio stagione, problemi non riconducibili alla semplice sconfitta, ma alle modalità con cui essa arriva, con la squadra a volte in completa confusione, mostrando limiti quasi "imbarazzanti" soprattutto nella fase difensiva. I dubbi ormai non sembrano provenire dalla società ma dal tecnico stesso e Sarri ha tutte le ragioni di questo mondo.

Igli Tare, Claudio Lotito
Tare e Lotito / Ivan Romano/GettyImages

Sarri era e deve essere il primo tassello su cui deve essere fondato il nuovo ciclo della Lazio, ma adesso ha davvero bisogno di garanzie, queste ultime quasi ormai sconosciute al duo Lotito-Tare, che alla richieste del tecnico di rinforzare la rosa già nel mercato invernale, hanno risposto con l'ingaggio insensato dell'esterno Jovane Cabral.

Sarri è entrato a pieno titolo nel mondo Lazio, mostrando già un forte attaccamento ai colori bianco celesti, ma non è più disposto a cedere ai soliti giochi al ribasso del presidente Lotito, chiamato per l'ennesima volta a dare la svolta ad un progetto sempre più pressapochista salvato negli ultimi anni solo grazie ai "miracoli" di Simone Inzaghi. Una cosa è sicura, Sarri vuole la Lazio, i laziali vogliono Sarri, Lotito permettendo, come sempre.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit