Serie A

Diritti TV Serie A, si guarda al prossimo triennio: il punto e le prospettive

Giovanni Benvenuto
Il logo di Dazn
Il logo di Dazn / Nicolò Campo/GettyImages
facebooktwitterreddit

La Serie A guarda già al futuro per quanto riguarda i diritti televisivi. Nonostante debba ancora iniziare la seconda stagione - su un totale di tre - con Dazn, i club non si vogliono far trovare impreparati per il prossimo ciclo che va dal 2024 al 2027.

Il tema è all'ordine del giorno della prossima assemblea di Lega, che si svolgerà - spiega oggi Calcio & Finanza - nella giornata di domani. I diritti TV saranno centrali, dato che si parlerà di "audience certificata" sia dei diritti per l'area del Medio Oriente che per quella del Nord Africa.

A Serie A TIM banner is pictured prior to the Serie A...
Il logo della Serie A / Nicolò Campo/GettyImages

Non è da escludere che la Lega possa gettare le basi anche per il canale tematico in vista del prossimo triennio. Lo stesso era già apparso nell'ultimo bando dei diritti tv come alternativa alle offerte poco soddisfacenti da parte di broadcaster tradizionali o di piattaforme OTT. Per quanto riguarda il futuro resterà da capire come si svilupperà la partnership tra Tim e Dazn, e in base all'evoluzione di quest'accordo si riuscirà a capire se possono rientrare in gioco alcune piattaforme, Sky su tutte.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit