Opinioni

Differenza reti decisiva per l'Italia: Bulgaria a rischio imbarcata? Cosa dicono i precedenti

Andrea Gigante
Il Bulgaria - Svizzera dell'andata
Il Bulgaria - Svizzera dell'andata / Eurasia Sport Images/GettyImages
facebooktwitterreddit

È comprensibile avere paura e vedere gli spettri del passato riprendere pian piano forma, ma proviamo a ragionare in maniera razionale: quante probabilità ha la Svizzera di battere la Bulgaria con una goleada?

Dopo il pareggio di ieri sera, l'animo dei tifosi dell'Italia è sprofondato nello sconforto. La qualificazione diretta ai mondiali del 2022 dipende ancora dagli uomini di Roberto Mancini, ma la situazione nel gruppo C ci impone di seguire con attenzione anche la sfida degli elvetici.

Abbiamo già analizzato tutte le soluzioni possibili e appare evidente quanto la differenza reti possa essere decisiva per stabilire chi può già prenotare un volo per il Qatar e chi invece dovrà affrontare i temibili spareggi. Per mandarci ai preliminari, gli svizzeri dovranno vincere con più di 2 gol di scarto contro la Bulgaria. Quanto è plausibile quest'epilogo?

Il punto sull'attacco della Svizzera

Xherdan Shaqiri
Xherdan Shaqiri / CPS Images/GettyImages

Nel corso delle 9 partite di qualificazione, la Nati non ha mai perso e già questo dovrebbe farci preoccupare. Ma le brutte notizie non sono finite qui, perché solo in due occasioni la Svizzera ha segnato più di 2 gol: in un perentorio 4-0 contro la Lituania e - udite udite - nella partita di andata contro la Bulgaria, dove ha avuto la meglio per 3-1.

Negli ultimi anni dell'era Petkovic, la nazionale elvetica non sempre riusciva a garantire continuità di prestazioni. Lo dimostra del resto anche l'esperienza a Euro 2020. Tuttavia, da quando in panchina siede Murat Yakin, Shaqiri e compagni appaiono più uniti. Prima la Svizzera si affidava alle iniziative dei singoli più talentuosi, ora soffre e riparte come una vera squadra.

Contro una nazionale di livello medio-alto, i rossocrociati faticherebbero a trovare la via della rete, ma un avversario abbordabile come la Bulgaria e la necessità di dover assolutamente fare tanti gol potrebbero dare una spinta in più alla formazione svizzera.

La tenuta difensiva della Bulgaria

FBL-EURO-2020-2021-BUL-TRAINING
La nazionale bulgara / FRANCK FIFE/GettyImages

Facendo mente locale, non ci viene in mente un episodio che ci avrebbe messo nella lista nera dei bulgari. Quindi, non crediamo che lunedì sera la squadra del CT Petrov possa prendersi volontariamente un'imbarcata per farci un dispetto o vendicare un torto subito in passato.

Anzi, anche la Bulgaria ha i suoi buoni motivi per provare a fare risultato. A una partita dalla chiusura del gruppo C, i "leoni" sono appaiati al terzo posto con l'Irlanda del Nord ed entrambe sono ormai tagliate fuori da ogni discorso qualificazione. Tuttavia, per provare a riscattare almeno parzialmente tale delusione, i rossoverdi tenteranno di piazzarsi sul podio.

La retroguardia bulgara non è però esattamente irreprensibile. A dimostrarlo sono i numeri: nelle ultime 10 partite, eccezion fatta per un 1-0 contro la Lituania, i ragazzi di Petrov hanno sempre subito almeno un gol. A conti fatti, è difficile perciò stabilire se i rossoverdi siano capaci di prendersi una goleada dalla Svizzera, una squadra forte, ma che non brilla per la vena realizzativa.


Segui 90min su Twitch.

facebooktwitterreddit