Serie A

Le parole di Fabio Paratici e Paolo Maldini nel pre-partita di Juventus-Milan

Alessio Eremita
May 9, 2021, 8:38 PM GMT+2
Fabio Paratici
Fabio Paratici / Alessandro Sabattini/Getty Images
facebooktwitterreddit

Fabio Paratici e Paolo Maldini sono intervenuti ai microfoni di Sky Sport prima del big match di Serie A tra Juventus e Milan. Ecco le dichiarazioni dei dirigenti.

Paratici prima di Juventus-Milan: le sue parole

Fabio Paratici
Fabio Paratici / Jonathan Moscrop/Getty Images

FINE CICLO - "Dieci anni sono un'eternità. La partita ha un valore di classifica importante, sicuramente non sarà decisiva perché mancano ancora tre giornate. Sarà importante".

ELKANN - "Fa sempre piacere averlo con noi. Ha un peso specifico importante, ma non solo per la Juventus. Per l'Italia in generale".

DONNARUMMA - "Le voci di mercato riguardano tanti calciatori. Il mercato dura tutto l'anno. Ho vissuto le notizie normalmente. Donnarumma è un giocatore bravo, del Milan. Noi siamo concentrati sulla partita di questa sera".

FUTURO JUVENTUS - "Le decisioni vengono prese da me, il presidente, Nedved... Sempre collegialmente, discutendo tra di noi per trovare una decisione sposata da tutti. Noi siamo concentrati sull'obiettivo da raggiungere. Chiediamo ai giocatori di pensare solo al campo, lo stesso vale per noi dirigenti. Il contratto non è un problema, se ne parlerà a tempo debito. Sapete quante volte sono stato in scadenza...".

Maldini prima di Juventus-Milan: le sue parole

Paolo Maldini
Paolo Maldini / Alessandro Sabattini/Getty Images

CONDIZIONE - "Stiamo bene. Molte volte questa sfida significava Scudetto, dunque l'obiettivo è crescere. Ce la giochiamo, anche se non ci aspettavamo di arrivare in questa condizione. Al di là della partita in sé, ci giochiamo una stagione: a parte alcune big, tutti hanno la possibilità di qualificarsi in Champions vincendo ogni partita. È tutto nelle nostre mani. In questi casi l'esperienza aiuta, ma anche l'incoscienza dei giovani può dare una mano".

DONNARUMMA - "L'ho visto bene, concentrato, sereno e determinato. Il suo passato è importante. Ha giocato nelle giovanili, ha esordito a 16 anni in prima squadra e vuole lottare per la Champions League. È veramente concentrato".

ELKANN - "Era molto affascinato dalla generazione della mia famiglia. Mi ha chiesto di mio figlio Daniel, se avesse lui scelto di giocare a calcio".

MOURINHO - "Gli ho scritto, mi ha risposto in maniera simpatica. Il suo arrivo in Serie A farà bene a tutti, sia uno stimolo. Ritrovare un allenatore che fa diventare questa vetrina ancora più importante è positivo".

PIOLI - "La proprietà non ha mai chiesto all'allenatore di andare in Champions League. Chiaramente c'era speranza, ma siamo in linea con le aspettative".

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità di Serie A.

facebooktwitterreddit