Juventus

Di Maria e un idillio mai esploso: dalla lunga trattativa al rosso di Monza

Mirko Maurizi
Angel Di Maria
Angel Di Maria / Nicolò Campo/GettyImages
facebooktwitterreddit

Angel Di Maria sarebbe dovuto essere l'acquisto dell'anno della Juventus. Probabilmente tra i migliori movimenti di mercato in Serie A quest'anno, pur arrivato a parametro zero. Ma ad oggi, nonostante le indubbie qualità tecniche dell'argentino, le sue prestazioni non possono dirsi all'altezza delle aspettative di tifosi e addetti ai lavori. Leggero l'apporto dato finora, nonostante un grande esordio in Serie A. Complice sicuramente l'infortunio così come la difficoltà ad adattarsi ad un campionato nettamente diverso da quello cui era abituato da qualche anno, la Ligue 1, in una squadra di all-star come il PSG. Ripercorriamo, fin qui, la storia già travagliata tra il Fideo e la Juve.

La trattativa-telenovela

Quando nel corso della scorsa estate si è cominciato a parlare del possibile passaggio del Fideo alla Juventus, sin da subito l'argomento ha scatenato grande coinvolgimento. Un po' per il nome in questione, di sicuro pesate, con tutta la voglia conseguente di vederlo all'opera nel contesto italiano e nello specifico agli ordini di Allegri.

Poi però la trattativa si è spesso fermata o quanto meno ha rallentato. L'argentino ha cominciato a tirarla un po' per le lunghe, finché, a trattativa conclusa, ha voluto sottolineare quanto sia difficile rifiutare una società come la Juventus, quando inizia a corteggiarti. Probabilmente ha pesato anche la serie di ultimatum che la società bianconera ha inviato al giocatore prima di riuscire, infine, a convincerlo.

FBL-ITA-SERIEA-JUVENTUS-LAZIO
La dirigenza bianconera / MARCO BERTORELLO/GettyImages

L'esordio e l'infortunio

Nella gara casalinga contro il Sassuolo, Di Maria ha sbloccato subito il risultato con un gran gol al volo. Poi, poco dopo l'ora di gioco, ha chiesto il cambio per infortunio all'adduttore. Una prima agrodolce, diciamo. Ha offerto sicuramente un bello spettacolo ai tifosi della Juve ma con l'infortunio è iniziato quel periodo negativo in cui, dopo le partite saltate forzatamente, il Fideo non è stato più decisivo, non trovando la necessaria continuità.

Angel Di Maria
Angel Di Maria in gol col Sassuolo / Marco Canoniero/GettyImages

Un ambientamento ancora non perfetto

Non si può certo dire che l'argentino abbia trovato la sua condizione migliore, né da un punto di vista fisico né tantomeno da un punto di vista dell'intesa col mondo bianconero, o comunque non ancora. La Serie A non è un campionato semplice, tatticamente parlando, è molto probabilmente il più duro. Obbligatorio ricordare che i bianconeri stanno passando un momento decisamente no, che potrebbe influenzare non poco la situazione, enfatizzando anche possibili casi interni. Il rosso rimediato a Monza, oltre ad aiutare la squadra di Palladino al raggiungimento della prima vittoria stagionale, può essere stato un segnale di quel nervosismo o comunque di una condizione mentale poco distesa, che sta influenzando il rendimento di Di Maria.

Sarà interessante vedere l'evolversi delle cose, aspettandosi una "risalita" dei bianconeri e del Fideo assieme ad essi, oppure un (molto meno probabile) flop dell'argentino.

facebooktwitterreddit