Milan

Dest: "Pioli aiuterà il mio gioco, il fato mi ha portato al Milan. Ruolo? Terzino"

Giovanni Benvenuto
Sergino Dest
Sergino Dest / Ciancaphoto Studio/GettyImages
facebooktwitterreddit

Sergino Dest, terzino del Milan, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni durante la conferenza stampa di presentazione col club rossonero. Il giocatore parla a tutto tondo: dall'arrivo al Milan fino alla posizione preferita in campo per poi passare per la Serie A e l'ambientamento nel club, ecco quanto affermato.

Sull'arrivo al Milan: "E' una sorta di fato che mi ha portato qui. Sono un ragazzo piuttosto riservato, non mi piace parlare della mia famiglia. E' un onore essere qui, spero di fare bene al Milan come ha fatto Seedorf", riporta MilanNews.

Sulla posizione in campo: "Sono un difensore versatile, posso giocare sia a destra che a sinistra. La mia posizione preferita è il terzino, ma se serve posso giocare anche più avanti". 

Sul futuro: "Io darò il 100% e dimostrare che a fine stagione il Milan possa decidere di tenermi. L'unica cosa che posso fare ora è dare il mio meglio". 

Sulla proprietà del Milan: "Sono più concentrato sul calcio. Sono contento che la proprietà sia statunitense, ma non ha condizionato la mia scelta. Io resto concentrato solo sul campo". 

Sull'ambientamento: "Sta andando tutto bene. Stiamo giocando ogni tre giorni, quindi non ho avuto tempo per guardarmi intorno e visitare la città. In squadra sono tutti molto accoglienti, non è facile ricordare tutti i nomi, ma il mister mi aiuta".

Sergino Dest
Sergino Dest . / Marco Canoniero/GettyImages

Sull'aver sentito Serginho: "Lo conosco, so che ha fatto grandi cose al Milan. Io sono concentrato su me stesso e sulla mia crescita. Devo fare il mio meglio per il Milan". 

Sulla Serie A: "E' un campionato diverso, qui posso diventare un giocatore più completo. Dovrò concentrarmi per migliorare le mie capacità difensive. Cambiare squadra e campionato è un'ottima opportunità per crescere". 

Sul gioco del Milan: "Sono felice di essere qui. Il gioco di Pioli è molto bello, mi può permettere di sviluppare al meglio il mio gioco. Questa stagione può essere l'occasione per me per aiutare la squadra, sviluppando le mie caratteristiche offensive che difensive".

Sui compagni di squadra: "Sono arrivato da poco. Tutti mi stanno aiutando, ma io voglio integrarmi in tutto il gruppo senza legarsi nello specifico a qualcuno". 

Sulle differenze tra Ajax, Barcellona e Milan: "Ajax e Barça hanno un gioco simile, basato sul possesso palla. Al Milan c'è un gioco più veloce per arrivare il prima possibile al gol. Per fare un confronto perfetto preferisco però aspettare la fine di questa stagione". 

Sui giocatori rossoneri che l'hanno impressionato di più: "Il Milan ha un grande passato. Ci sono tanti grandi giocatori come Ronaldinho e Maldini. Leao è un grande giocatore. L'importante è la squadra e non il singolo. E' il gioco di squadra che porta alle vittorie". 

Sul crescere al Milan: "Qui posso migliorare tanto. Ora tocca a me migliorarmi al massimo". 


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit