Paulo Dybala

Derby di Milano per Dybala: l'argentino farebbe più comodo all'Inter o al Milan?

Andrea Gigante
Paulo Dybala
Paulo Dybala / Jonathan Moscrop/GettyImages
facebooktwitterreddit

A Paulo Dybala restano ancora poche settimane dopodiché saluterà la Juventus per accasarsi altrove. Come prevedibile, per ingaggiare un giocatore del calibro della Joya c'è la fila e non mancano pretendenti nemmeno in Serie A.

Prima ancora che i bianconeri annunciassero il suo mancato rinnovo, sull'argentino si era già mossa l'Inter. Beppe Marotta aveva infatti già fiutato la possibilità di piazzare l'ennesimo parametro zero della sua brillante carriera e ora che è certo che Dybala lascerà la Juve, i contatti sono diventati più frequenti.

Per il futuro ex numero 10 della Vecchia Signora si è mosso però anche il Milan, che intende far guerra ai cugini anche sul mercato. I rossoneri, soprattutto se Ibrahimovic dovesse appendere gli scarpini al chiodo, cercheranno un giocatore che possa ricoprire il ruolo di leader tecnico in campo e di trascinatore emotivo nello spogliatoio.

Sia per l'Inter che per il Milan ingaggiare Paulo Dybala non vuol dire soltanto rinforzare la propria rosa con uno dei migliori interpreti del nostro campionato, ma allo stesso tempo anche indebolire la Juventus, una diretta concorrente per il Tricolore.

Tuttavia, la Joya dovrà scegliere con cura la sua prossima destinazione, perché questa rappresenta l'ultima occasione di giocare in una big. A 28 anni compiuti e con qualche acciacco fisico di troppo, l'attaccante ha bisogno di trovare l'ambiente giusto per rilanciarsi dopo un paio di stagioni non troppo esaltanti.

Facciamo allora finta che Dybala abbia già comprato un biglietto del treno da Torino a Milano e che, una volta arrivato in stazione, si rivolga a un tassista per farsi dare un passaggio. Dovrebbe dirgli di andare alla Pinetina o di dirigersi verso Milanello?

Direzione Inter

Se la Joya si sistemasse sulla sponda nerazzurra dei Navigli troverebbe un reparto offensivo in piena ristrutturazione. Salvo Dzeko, nessuna punta dell'Inter sembra infatti certa della conferma: la dirigenza vorrebbe infatti esercitare la clausola di rescissione nel contratto dell'iper-pagato Sanchez e starebbe perfino pensando di cedere Lautaro Martinez al miglior offerente per monetizzare.

Certo, il partner d'attacco è ancora un mistero, ma all'Inter Dybala troverebbe una collocazione tattica perfetta nel 3-5-2 di Simone Inzaghi. Un giocatore con le sue caratteristiche potrebbe infatti portare fantasia e imprevedibilità al pacchetto offensivo, ciò che è mancato nelle ultime uscite.

Direzione Milan

Nel caso in cui Paulo Dybala decidesse di sposare la causa dei rossoneri verrebbe trattato come il tassello mancante di un progetto in perenne crescita. Negli ultimi anni il Milan si è risollevato dal triste periodo in cui era precipitato e adesso, sebbene sia diventata una squadra che naviga meritatamente nelle zone alte della classifica, si sente la mancanza di un trascinatore, di un giocatore che in un momento difficile di una partita si faccia dare palla e che inventi qualcosa di pericoloso.

Dal punto di vista dello schieramento in campo, l'argentino verrebbe schierato da Stefano Pioli come trequartista nel suo 4-2-3-1. Viste le sue caratteristiche, si allontanerebbe non poco dalla porta per aiutare i compagni in fase di costruzione, ma avrebbe l'opportunità di svariare maggiormente sul fronte d'attacco.


Segui 90min su Instagram.

facebooktwitterreddit