Milan

De Ketelaere al Milan: come cambiano i rossoneri con il belga in campo

Simone Catanzaro
Charles De Ketelaere in Club Brugge vs Royale Union Saint-Gilloise
Charles De Ketelaere in Club Brugge vs Royale Union Saint-Gilloise / Isosport/MB Media/GettyImages
facebooktwitterreddit

Dopo una trattativa durata settimane e che per lunghi tratti ha avuto le sembianze di una telenovela, Charles De Ketelaere si appresta a diventare un nuovo giocatore del Milan. L'accordo definitivo su cifre e commissioni è stato raggiunto alla fine della scorsa settimana - 35 milioni di euro comprensivi di bonus - e oggi dovrebbe essere il giorno del tanto atteso sbarco in Italia per sottoporsi al solito iter che prevede visite mediche e firma sul contratto. A meno di due settimane da Milan-Udinese, De Ketelaere si metterà a disposizione di Stefano Pioli per prepararsi tatticamente e psicologicamente al giorno del primo bagno di folla nel suo nuovo stadio.

Quello del belga è un arrivo che ha messo d'accordo tutti, dirigenza e allenatore, capace di portare qualità, fisicità e imprevedibilità nello sviluppo del gioco rossonero. Ha concluso la sua ultima stagione totalizzando 49 presenze, mettendo a segno 18 gol conditi da 10 assist.

Damian Szymanskoi, Charles De Ketelaere
De Ketelaere in Belgio vs Polonia / BSR Agency/GettyImages

Dove vederlo in campo

Trequartista

È arrivato in rossonero come rinforzo sulla trequarti, anche se nell'ultima stagione ha trovato maggior impiego come attaccante in coppia con Noa Lang. Da trequartista il belga ha giocato 9 partite siglando 4 reti e fornendo 2 assist.
Se il Milan dovesse schierarlo come trequartista, almeno inizialmente Pioli dovrebbe garantire maggior equilibrio al reparto, date le sue spiccate doti offensive: giocatori più di contenimento e che facciano tanto lavoro sporco potrebbero essere utili per esaltare le caratteristiche del belga negli ultimi trenta metri.

Attaccante

Come detto, De Ketelaere ha trovato maggior impiego nel ruolo di attaccante. 12 gol e 7 assist in 30 gare giocate in quel ruolo sono i numeri con cui ha chiuso l'ultima stagione. In rossonero potrebbe essere un'alternativa valida in quel ruolo a Giroud e Origi, senza che venga meno la capacità realizzativa. Il giovane talento belga sarebbe in grado di giocare spalle alla porta sfruttando il suo fisico imponente, garantendo allo stesso tempo uno sviluppo del gioco fluido e una manovra veloce.

Ala destra

L'ormai ex Brugge è stato impiegato, anche se sporadicamente - solo in 2 occasioni nell'ultima stagione - anche da ala destra. La sua capacità di svariare su tutto il fronte dell'attacco senza dare punti di riferimento, a discapito di chi pensa che sia un giocatore poco dinamico, lo rende imprevedibile per le difese avversarie.

La trequarti è una zona di campo dove passa gran parte del gioco rossonero e anche in queste prime amichevoli si è visto come l'interscambiabilità dei giocatori nei diversi ruoli sia stato un fattore proposto più volte da Pioli. Fattore con il quale De Ketelaere, a prescindere dal ruolo ricoperto in campo, si troverebbe a suo agio.

NETHERLANDS SOCCER CLUB BRUGGE THURSDAY
Charles De Ketelaere in allenamento / VIRGINIE LEFOUR/GettyImages

Trequartista, attaccante o ala destra: Stefano Pioli è pronto a cucire un ruolo "su misura" per Charles De Ketelaere.


Segui 90min su Youtube.

facebooktwitterreddit