Mondiali 2022

Dall'Inghilterra tennistica al Galles asimmetrico: cos'è successo oggi a Qatar 2022

Andrea Gigante
Inghilterra - Iran
Inghilterra - Iran / Julian Finney/GettyImages
facebooktwitterreddit

Dopo l'antipasto offerto dal match inaugurale, Qatar 2022 entra ufficialmente nel vivo. Nella giornata di oggi si sono disputate la seconda partita del gruppo A e le due del gruppo B.

Non sono mancati i colpi di scena, le grandi giocate e le emozioni che solo un Mondiale sa regalare. Andiamo dunque a riassumere tutto quello che è successo nei match di oggi.

L'Inghilterra passeggia sull'Iran

Marcus Rashford
Inghilterra / Justin Setterfield/GettyImages

L'Inghilterra non si fa prendere dall'emozione dell'esordio e si sbarazza dell'Iran con un sonoro 6-2. Per la nazionale dei Tre Leoni vanno a segno Bellingham, Saka (doppietta), Sterling, Rashford e Grealish. I due gol di Taremi servono soltanto a rendere meno pesante il risultato di una gara che davvero non ha mai avuto partita.

La squadra allenata da Gareth Southgate ha sempre avuto in mano il controllo del gioco, dando l'impressione di poter andare a rete praticamente su ogni azione. Alla vigilia del torneo, quella inglese non era considerata tra le nazionali favorite ma con questa vittoria - al netto di un avversario davvero modesto - manda un chiaro segnale alle altre pretendenti al titolo.

Senegal-Olanda: alla fine vincono gli Oranje (e la noia)

Memphis Depay, Frenkie de Jong
Senegal - Olanda / Stuart Franklin/GettyImages

Sarà difficile spodestare Senegal-Olanda dal trono di partita più noiosa di Qatar 2022. Con il talento della squadra di van Gaal e la velocità dei ragazzi di Cissé tutti noi ci aspettavamo una gara più emozionante, ma le nostre attese sono state ampiamente deluse. Alla fine sono gli Oranje a spuntarla grazie ai gol nel finale di Gakpo e Klassen e a portarsi a casa 3 punti davvero immeritati.

L'Olanda si conferma una nazionale dalla forte accezione difensivista - basta dire che hanno giocato con tre centrali e due terzini come quarti di centrocampo - che si affida ai colpi di genio dei suoi giocatori di maggior talento per sbloccare la situazione. I problemi sono sorti nel momento in cui de Jong sfigura per tutta la partita, rendendo sterile il gioco dei suoi. Proprio il centrocampista del Barça si riscatta però inventandosi una pennellata dalla trequarti per la testa del giovane Gakpo.

USA e Galles si dividono la posta

Gareth Bale
USA - Galles / Tim Nwachukwu/GettyImages

Nell'ultimo incontro della giornata, Stati Uniti e Galles danno vita a un incontro a due facce: nel primo tempo infatti sono gli americani a dettare legge e a portarsi in vantaggio con il gol di Weah (che con questa rete ha già fatto più gol di suo padre George ai Mondiali); nella ripresa però "Y Dreigiau" salgono in cattedra e, dopo aver messo più volte in difficoltà il portiere avversario, trovano il pareggio grazie al rigore realizzato da Gareth Bale.

La nazionale a stelle e strisce mantiene le premesse della vigilia del torneo, quando tutti la etichettavano come squadra giovane, dal talento indiscutibile, ma che manca un po' in esperienza e cattiveria. Ci sta il calo fisico nel secondo tempo ma concedere un rigore così grossolano è un errore da matita rossa. Passano gli anni e il Galles non si emancipa dal suo Bale-centrismo: l'ala del Los Angeles FC resta l'ultimo baluardo di una selezione che gioca mettendoci sempre il cuore ma che ha davvero dei grossi deficit difensivi.

Una cosa che abbiamo amato

USA v Wales: Group B - FIFA World Cup Qatar 2022
Galles / Clive Mason/GettyImages

A proposito di Galles, ma perché nel prepartita i giocatori si posizionano sempre in maniera così assurda per la foto di rito!? Ma soprattutto, come fanno a non mettersi a ridere per una cosa talmente no-sense da risultare esilarante?

Guardate come si sono messi in posa stasera: i quattro di sopra sembrano un qualsiasi gruppetto di amici che si scatta una foto da postare sui social, mentre quelli inginocchiati sembrano impegnati in tutt'altra faccenda.

Qualcuno li fermi, stanno facendo del male a tutti gli amanti della simmetria!

Una cosa che abbiamo odiato

Questa prima full immersion di Qatar 2022 resterà per sempre negli annali del calcio per via dei tantissimi minuti di recupero concessi. Posso pur comprendere i 14 minuti (ma cos'è, un tempo supplementare!?) di Inghilterra-Iran per via dell'infortunio del portiere iraniano, ma i 9 minuti di recupero in USA-Galles sembrano un pelino eccessivi.

Eccessiva pignoleria da parte delle squadre arbitrali? Oppure i quarti uomini stanno solo eseguendo gli ordini della FIFA, che vuole costringerci con tutte le sue forze a restare incollati allo schermo del televisore per seguire questo Mondiale?

facebooktwitterreddit